Le Cascate di Riva regalano uno spettacolo fuori dal comune a tutte le persone di buona volontà che raggiungono Campo Tures e le genuine Val di Tures e Valle Aurina, parti integranti della Val Pusteria. In totale ci sono tre salti, la cui intensità aumenta man mano che si sale in quota, con la terza cascata che è quella più impressionante rispetto alle prime due.

Di seguito ti darò alcuni consigli per organizzare un’escursione alle Cascate di Riva, spiegandoti in primis dove parcheggiare e da dove ha inizio il sentiero di San Francesco. Inoltre, nella parte conclusiva dell’articolo, troverai un paio di idee sulle cose da vedere qui vicino. È tutto chiaro? Iniziamo subito allora!

Dove parcheggiare per le Cascate di Riva

Ci sono due aree di parcheggio vicino alle Cascate di Riva:

  • Park Cascate
  • Wasserfallbar

Il Park Cascate si trova a 1 km di distanza dal sentiero per le Cascate di Campo Tures, metti quindi in conto una passeggiata di 10-15 minuti prima dell’inizio del percorso. Poco male comunque perché scivoleranno via in fretta, avendo la mente occupata dalla bellezza della Valle Aurina. Un altro vantaggio è dato dal fatto che questa area di sosta è gratuita.

Il parcheggio accanto al Wasserfallbar è invece a pagamento, senza contare che nei weekend trovare un posto libero non è facile. Potresti inoltre incontrare qualche difficoltà negli ultimi metri di strada, dal momento che è molto stretta. È vero anche però che l’inizio del sentiero è a due passi, quindi non dovrai camminare quei 20-30 minuti a vuoto.

Escursione alle Cascate di Riva di Tures

L’escursione alle Cascate di Riva inizia su un percorso in terra battuta all’altezza del Wasserfallbar, denominato Sentiero di San Francesco. Nelle prime battute la strada è bella ampia, con una pendenza quasi del tutto assente (dunque fattibile anche con il passeggino), tanto che per arrivare alla prima cascata impiegherai soltanto dieci minuti.

Il Wasserfallbar di Riva di Tures

L'inizio del Sentiero di San Francesco a Tures

Primo salto delle Cascate di Riva

Da qui in avanti il percorso si fa un po’ più impegnativo. Segui il cartello riportante la dicitura seconda cascata, che in alcuni tratti si ricongiunge con il Sentiero di San Francesco: in circa quindici minuti avrai di fronte il secondo salto, in tutta la sua imponenza.

Il secondo salto delle Cascate di Riva

Importante: la postazione da dove si ammira la seconda cascata presenta in buona parte della fanghiglia, così come alcuni tratti del sentiero da percorrere per arrivare al terzo salto.

Una stazione del Sentiero di San Francesco a Tures

Tra la seconda e la terza cascata la distanza è più breve, la raggiungerai in cinque minuti mantenendo un ritmo regolare e senza fermarti. Ti accorgerai della sua vicinanza per le tante goccioline d’acqua con cui ti bagnerai i vestiti (l’impermeabile è d’obbligo) e per il bellissimo doppio arcobaleno creato dalle condizioni più uniche che rare di questa area.

Il terzo salto delle Cascate di Riva

L'arcobaleno alle Cascate di Campo Tures

Consiglio: l’ultima parte del percorso presenta alcuni tratti più impegnativi, in particolare quello a pochi passi dal ponte, dove ci sono diverse pietre lisce rese scivolose dall’acqua della cascata. Per evitare possibili cadute, ti consiglio di indossare un paio di scarpe da trekking valide e di avanzare con prudenza.

Cosa vedere vicino alle Cascate di Riva

Castel Taufers

Il Castello Taufers a Campo Tures

Al termine dell’escursione alle Cascate di Riva ti suggeriamo di tornare con la macchina a Campo Tures e visitare Castel Taufers, il castello medievale che si staglia sul centro abitato del comune altoatesino. Per arrivarci bisogna percorrere un sentiero a piedi che inizia dal centro del paese e conduce al maniero in una mezz’oretta buona.

Per maggiori informazioni su orari e prezzi dei biglietti ti lascio il link al sito del portale Burgeninstitut.

Brunico

Le case colorate di Via Ragen di Sopra a Brunico

Meno di 20 km separano le Cascate di Campo Tures da Brunico, il capoluogo storico della Val Pusteria. Un centro pedonale idilliaco, le case colorate e un castello ricco di fascino sono i tre fiori all’occhiello di una città assolutamente da non perdere se si è da queste parti.

Tip: a 30 minuti di macchina da Brunico puoi visitare la suggestiva Abbazia di Novacella, dove hai anche l’opportunità di assaggiare il vino dei Papi.

Lago di Anterselva

Il lago di Anterselva

Come terza idea ti suggerisco il lago di Anterselva, semplicemente uno dei laghi più belli che ho avuto la fortuna di vedere in tutto il Trentino Alto Adige. In linea d’aria le Cascate di Riva sarebbero anche vicine, ma di mezzo ci sono le Vedrette di Ries, che costringono a tornare sulla strada statale della Pusteria e a guidare per 45 km prima di arrivare.

Consiglio: al primo pomeriggio il lago è ancora più affascinante rispetto alla mattina, ti suggerisco quindi di dedicare la prima parte della giornata alle Cascate per poi raggiungere la Valle di Anterselva dopo pranzo, che poi è quanto abbiamo fatto io e Chiara!

Conclusioni

Per questa guida sulle Cascate di Riva nei pressi di Campo Tures è davvero tutto. Per qualsiasi domanda o dubbio lascia pure un commento, ti risponderò il prima possibile.