I Giardini di Sissi a Merano sono un volo pindarico moderno, un ritratto gentile di signora, un leggero labirinto di emozioni. Ma non solo. Sono anche una promessa d’amore sull’acqua, una malinconica prigione dorata, un mosaico naturale di profumi. Insomma, non è difficile capire perché siano un luogo speciale, un luogo del cuore.

Ad ospitare l’immenso giardino botanico a pochi km da Merano è il Castel Trauttmansdorf, al cui interno si trova anche il Touriseum (il museo provinciale del turismo).

La storia dei Giardini di Sissi a Merano, in breve

L’apertura dei Giardini risale al 2001, proprio quest’anno dunque festeggiano il ventesimo anniversario dalla loro nascita. Come è noto però, la località deve la sua fama all’imperatrice d’Austria Elisabetta, che soggiornò per la prima volta al castello nel 1870, ufficialmente per curare la salute cagionevole di Valerie, la figlia di due anni.

In seguito al soggiorno della Principessa Sissi, Merano divenne una popolarissima meta salutare in Europa, in virtù anche del clima eccezionalmente mite. Sempre all’imperatrice austriaca si deve anche la realizzazione del Sentiero di Sissi, un lungo percorso rilassante che collega i Giardini di Castel Trauttmansdorf con il centro di Merano, oggi tra i principali punti d’interesse per i turisti.

Statua di Sissi ai Giardini a lei intitolati di Merano

La visita ai Giardini

E dopo questo breve excursus storico, mi soffermerò ora su aspetti più pratici, provando a rispondere sulla base della mia esperienza personale a tutte le domande che potresti farti prima della visita.

Dove parcheggiare

Quando arrivi, c’è un ampio parcheggio di fronte all’ingresso: la capienza è tale da consentire di trovare un posto libero anche nei giorni in cui si registra un’elevata affluenza di visitatori. Ti segnalo inoltre che non c’è il classico parchimetro, in quanto la sosta viene saldata tramite un pagamento unico al momento dell’acquisto del biglietto d’ingresso.

Tip: se non si dovesse aprire la sbarra del parcheggio quando vai via, pigia il bottone nero che trovi accanto. Te lo dico perché a me non si è aperta, e son dovuto tornare dentro la biglietteria per chiedere aiuto. Ecco, basta “strucare el boton” (cit.).

Il parcheggio ai Giardini di Sissi a Merano

Prezzi dei biglietti

C’è poi una piccola scala che divide l’area del parcheggio dall’edificio della biglietteria. Una volta dentro, mettiti in fila davanti a una delle biglietterie presenti e attendi che arrivi il tuo turno. Ecco quali sono i prezzi in vigore nel 2021:

  • Adulti: 15,00 euro
  • Over 65: 13,00 euro
  • Under 18: 12,00 euro
  • Bambini (sotto i 6 anni): gratis

Il prezzo include sia il parcheggio che l’ingresso al Touriseum.

Touriseum

Tip: la cartina che consegnano alla biglietteria è di grande aiuto per muoversi all’interno del giardino botanico, quindi ti invito a conservarla con cura.

Cosa c’è da vedere dentro i Giardini

E dopo aver pagato il biglietto, raggiungi l’ingresso ai Giardini di Sissi attraversando un ponte altamente scenografico, da dove puoi subito ammirare l’uliveto più settentrionale d’Italia.

Ingresso ai Giardini di Sissi a Merano

Cartina alla mano, scegli se incamminarti nei Giardini del Sole o tra i Boschi del Mondo, le prime due aree tematiche delle quattro presenti. Per logica, è preferibile cominciare con i Giardini del Sole, dove viene esaltata la natura mediterranea, tra cui spiccano tantissimi girasoli.

Giardini del Sole

I girasoli dei Giardini di Sissi a Merano

In pochi minuti, lungo un percorso in leggera discesa, si arriva nella sezione dei Giardini Acquatici e Terrazzati, dove risplendono da una parte un verdissimo labirinto e dall’altra il laghetto delle ninfee, dove il Castel Trauttmansdorf si specchia nelle assolate giornate estive.

Laghetto delle Ninfee ai Giardini di Sissi

La tappa successiva è rappresentata dall’area intitolata Paesaggi dell’Alto Adige: un inno d’amore al territorio altoatesino, che trova il suo punto più alto nel mosaico geologico. A mio modesto parere, la parte più suggestiva tra tutte quelle presenti in oltre dodici ettari di terreno.

Paesaggi dell'Alto Adige

È arrivato il momento di tornare indietro, seguendo le indicazioni per i Boschi del Mondo. Ad attenderti c’è un’affascinante foresta di bambù, ma anche un giardino in stile giapponese, una rumorosa cascata e l’invidiabile spiaggia delle palme, a coronamento di un viaggio che copre tutti e cinque i continenti.

Foresta di Bambù ne I Boschi del Mondo

L’ascesa prosegue poi verso due punti panoramici imperdibili: la Voliera e il Binocolo di Matteo Thun. Se soffri di vertigini quest’ultima attrazione risulterà forse un po’ ostica all’inizio, ma ti assicuro che ne vale davvero la pena raggiungere il punto più alto e spaziare con lo sguardo sul territorio circostante.

Il binocolo di Matteo Thun ai Giardini di Sissi a Merano

Vista dal binocolo di Matteo Thun sui Giardini di Sissi a Merano

La chicca finale è il Giardino degli Innamorati, preceduto da un emblematico ritratto dell’imperatrice d’Austria (puoi vedere la foto a inizio articolo) e un’opera artistica composta da due statue posizionate una di fronte all’altra raffiguranti una ragazza e un ragazzo.

Se viaggi con la famiglia e bambini al seguito, sono sicuro che questo sarà per loro uno dei momenti più divertenti di tutta la giornata. Non a caso si è soliti dire “dulcis in fundo”…

Il Giardino degli Innamorati ai Giardini di Sissi a Merano

Gli orari

I Giardini di Castel Trauttmansdorf aprono dal 1° aprile al 15 ottobre dalle 9:00 alle 19:00, con l’ultimo ingresso fissato alle 17:30; dal 16 al 31 ottobre restano aperti dalle 9:00 alle 18:00 (ultimo ingresso consentito fino alle 16:30); infine dal 1° al 15 novembre i Giardini aprono dalle 9:00 alle 17:00, e ultimo ingresso alle 15:30.

I cani possono entrare?

No, l’ingresso ai Giardini di Sissi a Merano è espressamente vietato ai cani. Il cartello di divieto è posizionato all’interno del parcheggio, prima ancora dunque di entrare nella biglietteria.

Il divieto di accesso per i cani ai Giardini di Sissi a Merano

Dove mangiare

Ci sono in tutto due aree ristorazione: il ristorante accanto al castello e il bar-caffè di fronte al laghetto delle ninfee. Con Chiara abbiamo scelto quest’ultimo, ordinando due semplici panini con mortadella e formaggio. Per un vero e proprio pranzo, la soluzione ideale è senz’altro il ristorante posizionato nella parte superiore.

E con questo è davvero tutto: colgo soltanto l’occasione di invitarti a dare un’occhiata ai prossimi eventi in calendario a questo link.

Per qualsiasi dubbio o domanda sulla visita ai Giardini di Sissi di Castel Trauttmansdorf lascia pure un commento, ti risponderò il prima possibile.

Infine, potrebbe essere d’aiuto la mia guida su cosa vedere a Merano con le 10 cose da non perdere assolutamente.