L’Alta Badia offre escursioni spettacolari per chiunque ami la montagna e, più in generale, la natura. Una di queste ha come meta finale il Rifugio Santa Croce, posizionato ai piedi del Sas dla Crusc e famoso per la presenza del Santuario di Santa Croce, uno dei soggetti più fotografati dai turisti durante la loro vacanza in Val Badia.

Esistono diversi modi per arrivare ai 2.045 metri di altitudine del Rifugio La Crusc, come ad esempio partendo dal centro abitato di San Cassiano oppure prendendo la seggiovia da Pedraces, piccola località del comune di Badia. Noi, invece, abbiamo scelto di partire da Furnacia (frazione di La Valle), seguendo poi sempre il sentiero 15A fino al rifugio: è una passeggiata molto semplice, adatta a tutti, che a metà percorso consente di attraversare i magici Prati dell’Armentara.

Escursione al Rifugio Santa Croce dal parcheggio di Furnacia

Tra tutti i sentieri che permettono di raggiungere il Rifugio Santa Croce, senza contare l’utilizzo della seggiovia, quello che parte dal parcheggio della frazione Furnacia è il meno conosciuto ma, allo stesso tempo, anche il più semplice. Per me e Chiara sceglierlo è stato facile, dal momento che il nostro hotel (Posta Pederoa) era a dieci minuti d’auto dalla località di partenza. Ci sentiamo comunque di consigliartelo anche se il tuo albergo non si trova magari nelle immediate vicinanze di La Valle (La Val in ladino) e hai altre soluzioni più a portata di mano.

Prati dell'Armentara

Una volta lasciata l’auto al parcheggio di Furnacia (fai attenzione agli ultimi 5-6 km, quando la strada si restringe diventando a una sola corsia), trovi subito l’inizio del sentiero 15A in direzione dei Prati dell’Armentara e del Rifugio Santa Croce. I tempi indicati nel primo cartello sono corretti: dopo 15-20 minuti di cammino sempre in leggera salita si arriva alla località Armentara, dove il tempo sembra essersi fermato all’età bucolica decantata dal poeta latino Virgilio oltre duemila anni fa; da qui, poi, occorre un’altra ora di passeggiata per raggiungere il rifugio e la chiesa sotto il Sasso di Santa Croce.

Santuario La Crusc

All’andata l’ampia strada forestale è in costante salita. La pendenza diventa più dolce soltanto quando si attraversano i Prati dell’Armentara, per poi tornare a salire durante il secondo tratto del sentiero che dall’Armentara porta al Rifugio La Crusc. Soltanto nella parte finale del percorso la forestale tende a restringersi, senza mai comunque presentare dei tratti impegnativi. In totale, il dislivello del sentiero 15A che dal parcheggio della località Furnacia arriva fino al Rifugio e Santuario di Santa Croce è pari a 477 metri. Ne vale la pena? Assolutamente sì (bastano le immagini per rispondere).

Scheda tecnica del percorso Furnacia-Prati Armentara-Rifugio Santa Croce

  • Difficoltà: facile
  • Lunghezza: 5 km (solo andata)
  • Durata: 1 h 20 min
  • Dislivello: 477 metri
  • Sentiero: 15A
  • Punto di partenza: parcheggio Furnacia (1.568 m)
  • Punto di arrivo: Rifugio Santa Croce (2.045 m)

Cosa fare nella stessa giornata

Quando arrivi al Rifugio Santa Croce puoi di sederti in una delle tante panchine presenti attorno al rifugio e alla chiesa, ammirando il magnifico panorama che si staglia sul Gruppo del Sella e sul Sas dla Crusc. Dopo che avrai recuperato le forze dalla camminata da poco conclusa, ti suggeriamo di raggiungere la vicina Grotta della Neve, uno dei posti più magnetici di tutta l’Alta Badia, seguendo le indicazioni per il sentiero 15B in direzione La Valle. Partendo dal rifugio, calcola all’incirca 30 minuti per arrivare alla grotta.

Al ritorno puoi fermarti al Rifugio La Crusc per pranzare o per un semplice spuntino, così da recuperare le energie in vista degli altri 5 km che ti separano dalla frazione Furnacia e dal parcheggio dove hai lasciato la macchina. Se al termine dell’escursione ti sono rimaste altre forze, ti consigliamo di rilassarti al lago Sompunt, situato nei pressi dell’abitato di La Villa, dove potrai letteralmente specchiarti sull’acqua e guardare in tutta tranquillità le foto scattate nella prima parte di giornata.

Conclusioni

L’escursione da Furnacia al Rifugio Santa Croce, passando per i Prati dell’Armentara, ci è rimasta nel cuore, sicuramente una delle più belle che abbiamo fatto durante la nostra vacanza in Alta Badia insieme alle Cascate Pisciadù. Consigliatissima! Per qualsiasi dubbio o domanda lascia pure un commento qui sotto, saremo felici di aiutarti.