A Rouen la dimensione della Normandia prende forma, non solo per le case a graticcio, ma anche e soprattutto per la monumentalità del tempo. Perché se è vero che le prime non sono un’esclusiva di questa regione (si pensi alla Bretagna, per esempio), è altrettanto vero che pochi altri luoghi riescono a ridefinire il concetto di infinito meglio della cattedrale di Notre-Dame, di rue Saint Romain e di place du Vieux-Marché.

Nel nostro itinerario alla scoperta della Normandia, Chiara ed io abbiamo inserito Rouen come seconda tappa, dopo i giardini e la casa di Monet a Giverny. Siamo arrivati qui nel primissimo pomeriggio: il tempo di fare il check-in all’hotel e subito via a piedi verso il centro storico.

Per visitare Rouen mezza giornata è più che sufficiente. Considera che il centro è molto raccolto, quindi le attrazioni sono tutte molto vicine tra loro. Tra l’altro, puoi prendere come punto di riferimento la stessa cattedrale, scelta da noi come punto di partenza della visita.

Ti racconto il resto qui sotto, mostrandoti le più belle cose da vedere a Rouen con un itinerario a piedi molto semplice da seguire.

Che cosa vedere a Rouen


1. Cattedrale di Notre-Dame

È il simbolo di Rouen, oltre a essere una delle più grandi chiese gotiche di tutta la Francia. Le sue dimensioni sono così mastodontiche che perfino inquadrarla per intera diventa un’impresa.

Per me che la vedevo per la prima volta, è stata un po’ come una folgorazione. Ora, non voglio tirare in ballo la via di Damasco o altri esempi di questo tipo, rimane però il fatto che è una chiesa diversa da tante altre viste fino ad oggi, almeno per quanto mi riguarda.

Quando poi entri, beh, cosa dire? Le vetrate che rincorrono l’infinito, il silenzio innaturale dei presenti, le altezze incuranti delle vertigini sovraesposte: tutti elementi che richiamano il concetto di monumentalità del tempo accennato all’inizio.

Cattedrale di Notre Dame

Indirizzo: Place de la Cathédrale

Ingresso: gratis

Orari: lunedì dalle 14:00 alle 19:00; da martedì a sabato dalle 9:00 alle 19:00; domenica dalle 8:00 alle 18:00

Sito web: cathedrale-rouen.net

Lo sapevi che? Il pittore impressionista Claude Monet ha realizzato una serie di 31 dipinti che ritraggono la cattedrale di Rouen sempre dallo stesso punto di vista con condizioni di luce ogni volta diverse.

Itinerario: da place de la Cathédrale imbocca rue Saint-Romain, la strada che inizia alle spalle della cattedrale e conduce fino alla chiesa di Saint-Maclou.

Vetrata della cattedrale di Notre Dame
Interni della cattedrale di Notre Dame

2. Rue Saint-Romain

Sei alla ricerca delle case graticcio di Rouen? Lungo questa via ne troverai quante ne vuoi, ognuna diversa dalle altre, ognuna con una sua storia, ognuna con una sua identità.

Se te lo stai chiedendo no, i romani non c’entrano niente con il nome della strada. La via si chiama così in onore di saint Romain, arcivescovo della città nel VII secolo.

Itinerario: lungo rue Saint-Romain, sul lato destro se arrivi da place de la Cathédale, troverai l’ingresso dell’Historial Jeanne d’Arc, la terza tappa del nostro itinerario a piedi.

via Saint Romain
Rue Saint Romain

3. Historial Jeanne d’Arc

È il museo di storia dedicato a Giovanna d’Arco, patrona di Francia e venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Rouen è legata in maniera indissolubile alla vita della Pulzella, come amava chiamarsi l’eroina francese della guerra dei cent’anni, che qui venne arsa viva il 30 maggio 1431, dopo essere stata catturata dai Borgognoni e processata per eresia.

L’Historial Jeanne d’Arc ha sede nel palazzo dell’arcidiocesi. È qui che la Pulzella d’Orléans venne condannata a morte, per poi essere riabilitata 25 anni più tardi.

Historial Jeanne D'Arc

Indirizzo: rue Saint-Romain, 7

Ingresso: biglietto intero 10,50 euro, ridotto 6,50 euro (la riduzione spetta a chi ha un’età compresa dai 6 ai 18 anni)

Orari: da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00.

Giorni di chiusura: tutti i lunedì, 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre

Durata della visita: 1 ora e 30 minuti

Telefono: +33 02 35 52 48 00

Sito web: historial-jeannedarc.fr

Il consiglio di Viaggi e Ritratti: all’ingresso prendi l’audio guida in italiano, in modo da seguire l’intera visita guidata sulla storia di Giovanna d’Arco.

Itinerario: prosegui fino alla fine di rue Saint-Romain. Al termine arriverai in place Barthélémy, dove in una cornice da fiaba sorge la chiesa di Saint-Maclou, quarta tappa del nostro itinerario.

4. Chiesa di Saint-Maclou

È una delle chiese più importanti del centro storico di Rouen. Rispetto alla cattedrale, le dimensioni qui sono molto contenute, ma questo non toglie né bellezza né fascino a un edificio straordinariamente gotico-fiammeggiante.

A rendere il tutto ancora più irreale è place Barthélémy, dove il timbro della Normandia è stampato su ogni facciata, su ogni quadrante, su ogni disegno. Che poi, non sai l’invidia per le persone che erano sedute qui al bar a mangiare e conversare amabilmente. La bellezza.

Chiesa Saint Maclou

Indirizzo: Place Barthélémy

Ingresso: gratuito

Orario estivo: dal 1° aprile al 30 settembre, lunedì, sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00

Orario invernale: dal 1° ottobre al 31 marzo, lunedì sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:30

Giorni di chiusura: da martedì a venerdì, 25 dicembre e 1° gennaio

Itinerario: torna indietro lungo rue Saint-Romain, riattraversa place de la Cathédrale, quindi prendi rue du Gros Horloge, la via che ti condurrà fino alla piazza del Vecchio Mercato.

Chiesa Saint Maclou da lontano
primo piano della chiesa Saint Maclou

5. Gros Horloge

Insieme alla cattedrale, è l’altro simbolo più conosciuto della città di Rouen. Si trova incastonato sopra un arco rinascimentale, lungo rue du Gros Horloge, che già di per sé meriterebbe di rientrare nella lista delle cose più belle da vedere nel capoluogo della Normandia.

Caffetterie, boutique e altre case a graticcio intorno completano un quadro senza tempo. Se poi desideri guardare il tutto da una prospettiva diversa, ti farà piacere sapere che puoi entrare all’interno dell’edificio e visitare la sala dell’orologio, oltre a godere di una spettacolare vista sulla città vecchia.

Gros Horloge

Indirizzo: rue du Gros Horloge

Ingresso: biglietto intero 7,20 euro, ridotto 3,65 euro. La riduzione è valida per i visitatori di età compresa tra i 6 e 18 anni

Orario estivo: dal 1° aprile al 31 ottobre dalle 10:00 alle 13:00 (ultimo ingresso alle 12:00) e dalle 14:00 alle 19:00 (ultimo ingresso alle 18:00)

Orario invernale: dal 1° novembre al 31 marzo: dalle 14:00 alle 18:00 (ultimo ingresso alle 17:00)

Giorni di chiusura: tutti i lunedì

Il consiglio di Viaggi e Ritratti: all’ingresso dell’edificio ritira l’audio-guida in italiano. La durata della visita è di circa 30 minuti.

Itinerario: vai sempre avanti, fino a raggiungere place du Vieux Marché, la piazza del Vecchio Mercato.

Gros Horloge da vicino
Gros Horloge primo piano
Rue Gros Horloge

6. Piazza del Vecchio Mercato

È uno dei luoghi storicamente più importanti di Rouen. Qui infatti, il 30 maggio dell’anno 1431, Giovanna d’Arco fu bruciata viva dopo essere stata giudicata colpevole di eresia.

Dove la Pulzella d’Orléans morì, oggi sorge la chiesa di san Giovanna d’Arco: sì, lo so, non sembra una vera e propria chiesa, ma più una sorta di nave, tutto comunque si può dire meno che non sia originale.

Ciò però di cui ti ricorderai di più di questa piazza saranno le case a graticcio e i suoi affollatissimi locali, un meraviglioso inno alla vita e uno spot perfetto di ciò che rappresenta la Normandia per milioni di persone.

Piazza del Vecchio Mercato
Chiesa Giovanna d'Arco

E con questo è davvero tutto. Per qualsiasi dubbio o domanda sulla visita di Rouen lascia un commento qui sotto, ti risponderò il prima possibile.