11 cose da vedere a Edimburgo

Edimburgo

Edimburgo, la capitale della Scozia, raccoglie consensi unanimi tra chi ci abita e chi invece è solo di passaggio. Una Londra in miniatura, per qualcuno anche migliore. Se non fosse per la pioggia…ma si sa, non si può avere tutto. È stata l’ultima tappa del nostro viaggio. Gli abbiamo dedicato 2 giorni pieni, sufficienti per visitare i principali luoghi di interesse della città, dal castello alla mitica Calton Hill.

Ecco le 11 cose più belle da vedere a Edimburgo.

1. Princes Street Gardens

La fermata di Princes Street, poco dopo la stazione di Haymarket, è il luogo migliore per iniziare la visita di Edimburgo, perché a pochi passi da tutte le principali attrazioni. A cominciare da Princes Street Gardens, il parco più bello della capitale scozzese. In primavera e in estate ospita numerosi eventi e concerti presso Ross Bandstand, con ingresso gratuito. Dentro l’area verde puoi trovare diverse cose interessanti, tra cui:

  • Ross Fountain (lato est). Una fontana dove sono raffigurate cinque figure femminili, quattro nella base e una solitaria sulla sommità. Le prime quattro rappresentano l’arte, la poesia, la scienza e l’industria.
  • Floral Clock (lato ovest). Un enorme orologio floreale con oltre diecimila piccoli fiori. Si trova vicino a una graziosa casetta dove il tema dominante è ancora una volta quello della natura.
Castello di Edimburgo

2. Castello di Edimburgo

Anche se ti sembra molto vicino, non puoi raggiungere il castello di Edimburgo restando dentro Princes Street Gardens. Prendi l’uscita ovest, in prossimità del Floral Clock, e segui la strada in salita lasciandoti alle spalle la Royal Scottish Academy e la Scottish National Gallery. Essendo l’attrazione più visitata della città, ti consiglio di arrivare qui per l’orario di apertura, così da evitare la fila alla postazione biglietti. Non solo rischi di aspettare quasi un’ora, ma di farlo anche sotto la pioggia, in quanto l’area non è riparata.

Queste le principali attrazioni, tutte incluse nel biglietto:

  • Crown Jewels. La stanza dei gioielli della corona di Scozia
  • The Royal Palace. Il palazzo reale dei sovrani scozzesi
  • The Great Hall. La stanza adibita alle cerimonie e agli eventi più importanti
  • St Margaret’s Chapel. L’edificio più antico della città
  • National War Museum of Scotland. Il museo militare nazionale scozzese

TIP / Non indossare uno zaino troppo grande, potrebbero non farti entrare per motivi di sicurezza.

SCOPRI DI PIÙ / I 5 CASTELLI PIÙ BELLI DELLA SCOZIA

Castello di Edimburgo

3. Grassmarket

Terminata la visita al castello imbocca la Johnston Terrace e scendi la scalinata Granny’s Green Steps, che ti conduce all’inizio di Grassmarket, area simbolo della Old Town di Edimburgo.Questa è una delle zone migliori dove mangiare alla sera nella capitale scozzese. Dai pub ai ristoranti, oltre ai negozi di dolci e gelaterie, Grassmarket non si fa mancare davvero nulla. In più è a soli 5 minuti a piedi dal castello. Qui vicino però ci sono anche altre attrattive interessanti.

Danny's Green Steps

4. Cimitero Greyfriars

Alla fine di Grassmarket, sulla destra, trovi il cimitero di Greyfriars. Agli inizi degli anni Duemila si sono registrati oltre 400 fenomeni paranormali. All’origine di tutto c’è la tomba nera di Sir George Mackenzie, colui che alla fine del XVII secolo uccise 1.200 persone fedeli alla dottrina presbiteriana, seppellite anche loro all’interno del cimitero.

LO SAPEVI CHE / Quasi 20 anni fa il reverendo Colin Grant, noto esorcista, morì pochi giorni dopo un tentativo fallito di esorcismo alla tomba di Mackenzie. Disse che le “oscure forze maligne” (così le aveva definite) del cimitero di Greyfriars erano troppo forti, confessando di temere per la sua stessa vita.

5. Victoria Street

Sempre nel cuore della Old Town, a meno di 5 minuti a piedi dal cimitero, ecco Victoria Street. Anche qui sono presenti numerosi locali per mangiare, sia a pranzo che a cena. Un’altra similitudine con Grassmarket è la folta presenza di giovani, spinti di giorno dalla vicinanza della Biblioteca nazionale (National Library of Scotland), e alla sera dai pub e dai locali notturni dove divertirsi in compagnia dei loro coetanei.

Victoria Street (Edimburgo)

6. Cattedrale di Sant’Egidio

La cattedrale di Sant’Egidio, per distacco il più importante edificio religioso della città, sorge poco dopo l’inizio di Royal Mile, di cui Victoria Street è la parallela accanto. Nelle ore centrali della giornata, dalle 11 alle 17, il piazzale si riempie di turisti. Per godere di una visuale migliore, prova ad anticipare il tuo arrivo a Royal Mile intorno alle 9 del mattino, quando la maggior parte dei visitatori stranieri avrà da poco terminato la colazione.

7. Royal Mile

Royal Mile è una via lunga quasi 2 km che termina di fronte all’ingresso di Holyrood Palace, in passato residenza ufficiale dei sovrani di Scozia. Per la sua importanza strategica nel cuore della Old Town (collega infatti il castello all’ex residenza dei re), è considerata la strada più importante di Edimburgo. Non solo, è anche universalmente riconosciuta come la via dello shopping per antonomasia della capitale scozzese.

TIP / Completa il tour di tutte le attrazioni della città per dedicare nell’ultimo giorno di vacanza 2-3 ore alla scoperta dei tanti negozi di souvenir lungo la storica strada.

Royal Mile

8. Calton Hill

Mentre cammini su Royal Mile svolta a sinistra in Old Tolbooth Wynd, all’altezza della Canongate Kirk, quindi sali le scale che conducono all’ingresso di Calton Hill, una delle attrazioni imperdibili insieme al castello o, più semplicemente, la collina più famosa di Edimburgo. Goditi lo splendido panorama sulla città e scatta bellissime foto. Qui sotto la lista dei monumenti storici presenti nell’area:

  • National Monument of Scotland: opera realizzata nella prima metà del XIX secolo dall’architetto William Henry Playfair sul modello del Partenone di Atene e dedicata ai soldati scozzesi morti durante le guerre napoleoniche
  • Dugald Stewart Monument: altra costruzione dell’architetto Playfair, ispirata al Monumento di Lisicrate presente nell’acropoli di Atene. Dugald Stewart insegnò filosofia presso l’Università di Edimburgo tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento
  • Nelson Monument: monumento eretto in onore del vice ammiraglio Horatio Nelson, la cui leggenda è legata alla battaglia di Trafalgar

9. Arthur’s seat

Se Calton Hill è la più famosa, Arthur’s seat è sicuramente la collina più grande di Edimburgo. Si estende nelle immediate vicinanze del Palazzo di Holyroodhouse. Perfetta per chi ama le escursioni, riesce a regalare altri splendidi scorci sulla capitale (meteo permettendo). Ti suggerisco di visitare nella stessa giornata entrambe.

CONSIGLIO / Se hai in programma una vacanza della durata di 2 giorni, inseriscile alla mattina o, ancora meglio, al pomeriggio della seconda giornata, concentrandoti il primo giorno sulla visita della Old Town e le sue principali attrazioni.

Arthur's Seat

10. Dean Village

Inserito nel contesto della New Town, Dean Village è un piccolo villaggio dove il tempo sembra essersi fermato. Il lento fluire del Water of Leith regola la giornata degli abitanti della zona, in un’atmosfera rarefatta che mai ti aspetteresti a un quarto d’ora a piedi da Princes Street. Attraversando il Dean Bridge, il ponte che segna idealmente l’inizio del villaggio, ti lasci alle spalle la routine della città, immergendoti in un contesto a tratti surreale. Le attrattive principali della zona sono:

  • Galleria Nazionale Scozzese di Arte Moderna
  • Cimitero di Dean
  • Georgian House

COME ARRIVARE / Da Princes Strett a piedi sono circa 10 minuti di camminata. In alternativa prendi una delle seguenti linee di autobus: 19, 36, 37, 41, 43, 47, 113 (fermata Dean Bridge).

Dean Village

11. Giardino botanico Reale

A circa 1 km a piedi da Dean Village, il Giardino botanico Reale è stata l’ultima tappa in assoluto del nostro viaggio in Scozia. Dovendo trovare un aggettivo per descrivere il parco, direi rilassante. L’ingresso è gratuito. ma per entrare nella serra denominata Glasshouse, dove sono ospitate oltre duemila piante, occorre invece pagare un ticket a parte.

TIP / Lasciatelo come ultimo luogo da vedere, data anche la sua posizione un po’ fuori mano rispetto alla Old Town (linee autobus 8, 23, 27, fermata Royal Botanic Garden).

Giardino Botanico Reale di Edimburgo

Dove mangiare a Edimburgo

Zona castello:

  • Amber Restaurant (sito): a meno di 100 metri dall’uscita del castello, su Royal Mile.

Zona Grassmarket:

  • Mussel and Steak Bar (sito): a circa 200 metri dalla piazza centrale di Grassmarket, all’angolo con West Brown
  • Pizzeria Made in Italy: posizione centrale rispetto a Grassmarket Square, locale gestito da giovani ragazzi italiani (pizza veramente italiana)

Zona Haymarket:

  • Mercat Bar & Kitchen (sito): con l’hotel fuori dalla zona centrale, la stazione di Haymarket è un punto di riferimento costante. Da qui partono infatti gli autobus verso Princes Street e le zone periferiche della città. Prima di tornare in albergo siediti al tavolo del locale Mercat Bar & Kitchen, indicatoci come uno dei migliori nella zona dal proprietario del b&b dove abbiamo alloggiato. Fidati, ne vale la pena.

Dove dormire a Edimburgo

La nostra scelta è ricaduta sul b&b 4KT Guesthouse, poco lontano dal centro. La sua porta rossa la conoscono ormai in tanti. Ci siamo trovati bene, il proprietario (David) ti mette a tuo agio ed è molto ironico. Fa tutto lui, inclusa la colazione. Nulla da dire sulla posizione. All’inizio può sembrare un po’ fuori mano (Princes Street è distante 30 minuti a piedi), però a 20 metri dall’entrata del b&b c’è la fermata dell’autobus che porta sia ad Haymarket che Princes Street, oltre all’aeroporto. E di fronte alla fermata c’è il palazzo Donaldson’s, il mancato Parlamento scozzese.

AGGIORNAMENTO / Google segnala il b&b 4KT Guesthouse come chiuso definitivamente.

TIP / Per una questione di prezzo, ti consiglio di prenotare al di fuori della Old Town. I mezzi pubblici funzionano benissimo e, soprattutto, sono economici. Se intendi risparmiare, un b&b e una posizione non centrale sono dunque due valide soluzioni. Assicurati che nei pressi della struttura ricettiva ci siano le fermate degli autobus, inclusa quella dell’Airlink 100 (la navetta aeroportuale).

Conclusioni

Non mi resta che augurarti un fantastico soggiorno a Edimburgo e avere la fortuna di trovare bel tempo. Per qualsiasi domanda sulla visita alla città, lascia pure un commento qui sotto.

SCOPRI ANCHE / COME VESTIRSI IN SCOZIA AD AGOSTO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome qui