Prima di partire per il nostro viaggio in Giappone, non immaginavamo di trovare l’ostacolo più grande nella metropolitana di Tokyo. Fin dall’inizio avevamo tenuto in conto di perderci, non dentro la stazione però. Ci sbagliavamo.

Durante l’organizzazione di una visita a Tokyo, sapere come muoversi usando la metro è molto importante. Su Internet puoi trovare mille guide a riguardo, dall’acquisto della carta Suica all’utilità o meno del Japan Rail Pass. Diciamo che questo post è diverso dagli altri, affronta infatti argomenti meno noti.

Ti elencherò 10 consigli pratici per affrontare al meglio la metropolitana di Tokyo, la più grande al mondo. Mi auguro possano aiutarti durante la tua prossima vacanza nella capitale giapponese, insieme agli altri post sul Paese nipponico.

1. Google Maps non funziona

Sembra una cosa ovvia, in realtà è importante che tu lo sappia in anticipo: le mappe di Google dentro le stazioni della metropolitana di Tokyo non funzionano. Per trovare quindi l’uscita giusta, è inutile che attivi la connessione Internet del Pocket WiFi. Anzi, ti consiglio proprio di spegnerlo se hai un contratto con una quota limitata di GB. Sprecheresti infatti traffico dati invano.

2. Usa le frecce

Nelle stazioni più grandi, ti capiterà di vedere alcune frecce verdi mentre cammini. Devi sapere che non indicano la vicinanza a un’uscita di sicurezza, ma il senso di marcia da seguire. Il rispetto della fila e dell’ordine da parte dei giapponesi è enorme, fattore indispensabile affinché un luogo tanto affollato come la stazione di Shinjuku non ceda al caos. Lo stesso discorso vale per le scale mobili. In Italia siamo abituati a stare uno accanto all’altro oppure un po’ come ci capita, in Giappone invece si rimane rigorosamente sulla sinistra lasciando libera la corsia di destra.

Le frecce ordina fila della stazione di Shinjuku (Tokyo)

Fila ordinata nella stazione di Shinjuku (Tokyo)

3. Non passare la carta Suica due volte

Nella maggior parte dei casi, la carta Suica è la soluzione migliore per usare la metro. Se viaggi in coppia, ricordati che la tessera prepagata vale soltanto per un singolo viaggiatore. Non puoi dunque strisciarla due volte ai tornelli d’ingresso e d’uscita per una seconda persona, è necessario averne due.

4. Japan Rail Pass inutile

Il Japan Rail Pass è valido solo per i treni della Japan Railways (JR), la compagnia ferroviaria giapponese. Tra questi c’è anche quello della linea Yamanote, che collega tutte le principali stazioni della metropolitana di Tokyo. In teoria, potresti quindi usare il JR Pass come alternativa alla carta Suica. A conti fatti ti accorgi però che è una soluzione illogica dal punto di vista economico. Infatti, significa attivare il pass subito e costringerti così a prenderlo in versione da 14 giorni e non da 7 (ipotizzando il tour classico che include la visita a Tokyo e Kyoto), pagando quasi 150 euro in più.

5. Aiutati con i colori

Ciascuna linea della metro ha una sua lettera e, soprattutto, un suo colore. Per orientarti all’interno della stazione, in molte situazioni più che il simbolo può esserti d’aiuto proprio la diversa colorazione. Se ad esempio soggiorni a Shinjuku, dopo neanche 24 ore scopri che una delle linee più importanti per i tuoi spostamenti è la Marunouchi, facilmente riconoscibile per il colore rosso acceso. Quando dovevamo tornare al nostro hotel nel cuore di Kabukicho, sapevamo che seguire le indicazioni per la linea rossa era la scelta più intuitiva e facile da prendere.

6. A che piano sei

Ricorda sempre che c’è più di un piano quando entri in una stazione, sia a livello superiore che inferiore. Te ne accorgi anche dalla frecce dei tabelloni dentro la metro, diverse rispetto a quelle normali di direzione (avanti, dietro, a destra e a sinistra). All’inizio ci è capitato di scambiare le frecce per il piano superiore con quelle per andare avanti. Presta quindi attenzione a questo dettaglio. Perdersi è un attimo, soprattutto nella stazione di Shinjuku e in quella di Tokyo.

7. Ora di punta

Un consiglio di sopravvivenza nel senso letterale del termine: non prendere la metropolitana di Tokyo tra le 8 e le 9 del mattino, a maggior ragione se hai con te una o più valigie e devi usare la linea Yamanote. Una ressa di persone infinita, migliaia di valigette 24 ore pronte a salire alla tua stessa fermata, elevato rischio di rimanere con la faccia schiacciata sul finestrino e stare così per le tre-quattro fermate successive. Per chi abita nella capitale è la normalità, per noi è stato un po’ uno shock. Se ne hai l’opportunità, posticipa la partenza di qualche ora. Magari alle 10 o alle 11, quando il flusso di persone è in calo.

Ora di punta della metropolitana di Tokyo

La calca sulla linea Yamanote nelle ore di punta – Foto di Tokyo Form

8. Scarica l’applicazione HyperDia

Non è un caso che l’applicazione più utile in Giappone abbia uno stretto legame con il sistema di trasporto, in particolare quello ferroviario: HyperDia (versione Androidversione iOS). Ti consiglio di scaricarla prima del tuo arrivo a Tokyo, in modo da prendere familiarità con il servizio. Quando lanci l’app, riempi i campi From e To rispettivamente con la stazione di partenza e di arrivo. Se devi viaggiare con lo Shinkansen e hai il Japan Rai Pass, prima di eseguire la ricerca premi sul tasto Detail e togli la spunta accanto alla voce Shinkansen (only NOZOMI, HAYABUSA, MIZUHO). Questi treni sono infatti esclusi dall’abbonamento JR Pass. Oltre agli orari, l’app HyperDia mostra anche eventuali cambi e costi in yen.

9. Chiedi aiuto in inglese

A noi ci è capitato di dover chiedere aiuto a un pendolare giapponese il giorno della partenza da Tokyo per Kamakura. Non riuscivamo a capire quale treno prendere, Chiara si è quindi giocata la carta dell’aiuto in inglese. E ha funzionato. Il signore di mezza età ha sfoderato il suo iPad e, dopo un controllo veloce, ci ha indicato il treno esatto. Se entri in panico nella stazione metropolitana di Tokyo, incontrare una persona a cui chiedere soccorso è semplice, non hai che l’imbarazzo della scelta.

10. Mappa

Mappa della metropolitana di Tokyo in PDF

Conclusioni

Hai già avuto modo di sperimentare la metropolitana di Tokyo? Se hai un dubbio o una domanda, lascia pure un commento qui sotto.

Voci correlate


Federico Pisanu

Ciao, mi chiamo Federico Pisanu e ti do il benvenuto sul blog Viaggi e Ritratti. Vivo da un po' nelle Marche, una regione di cui mi sono innamorato in pochissimi giorni. Cosa faccio quando non sono in viaggio? Scrivo, gioco con i miei due gatti e mangio la pizza.