L’eco dei gabbiani di Saint Andrews è un suono intimo, levigato dai venti del nord e reso immortale dalle rovine del Castello e della Cattedrale. Saint Andrews è la capitale mondiale del golf, rito pagano osservato da giovani e adulti, tirocinanti in servizio su un maestoso campo verde. È la città che ti fa tornare la voglia di studiare all’università o di correre su un’immensa distesa di spiaggia senza pensieri, respirando a pieni polmoni sorsi di libertà.

Scopri quali sono le 7 cose più belle da fare e vedere a Saint Andrews, la prima tappa del nostro itinerario di 10 giorni in Scozia a cui mi sento particolarmente legato.

Cosa fare e vedere a Saint Andrews

1. Entra nel cortile dell’Università

Insieme al golf, l’Università è l’istituzione più importante della città. Per raggiungerla prendi la traversa College Street quando sei sul corso principale (Market Street). A parte il cortile immenso, la cura di ogni singolo centimetro del prato e la compostezza degli studenti, rimani impressionato dall’alone di sacralità dell’edificio.

LO SAPEVI CHE / È l’Università più antica di Scozia. Inoltre il principe William e la duchessa Kate Middleton si sono conosciuti proprio qui.

Università di Saint Andrews

2. Ammira il Castello di Saint Andrews

Proseguendo in direzione ovest dall’Università, in meno di 5 minuti arrivi alle rovine del Castello, dove storie di predicatori e arcivescovi assassinati si intrecciano al canto dei gabbiani. Il Castello di Saint Andrews è il simbolo degli anni tormentati vissuti dalla città al tempo della Riforma protestante. Senza biglietto devi accontentarti di vedere le rovine al di là del cancello.

TIP / Risparmia le sterline del biglietto per entrare nell’area della Cattedrale: essere dentro o fuori il Castello non fa poi così differenza.

Castello di Saint Andrews

3. Visita le rovine della Cattedrale

Anche la Cattedrale di Saint Andrews è tra le vittime eccellenti della Riforma protestante, dopo essere stata la più grande chiesa di tutta la Scozia. La torre venne innalzata in onore della figura di Saint Rules, il monaco greco che portò qui le reliquie di Saint Andrews, adottato successivamente come patrono scozzese, la cui croce è oggi simbolo della bandiera nazionale. I biglietti possono essere acquistati online sul sito ufficiale dell’Historic Enviroment Scotland.

LO SAPEVI CHE / A livello simbolico, oltre 500 anni fa la torre rappresentava il faro della cristianità per i tanti fedeli che giungevano qui via mare o terra.

Cattedrale di Saint Andrews

4. Passeggia sul campo da golf più antico al mondo

La città del Fife, storica contea della Scozia, ha cucita addosso l’etichetta di capitale mondiale del golf. La “colpa” è di Old Course, il campo da golf più antico al mondo. Ogni anno migliaia di appassionati vengono qui unicamente solo per giocare sul mitico campo dell’Old Course. A me personalmente il golf non piace, diciamo che non è il mio sport preferito. Quando però si è di fronte a un campo così è difficile non rimanerne affascinati.

Campo da golf Old Course di Saint Andrews

5. Rilassati sulla spiaggia di West Sands

Accanto all’Old Course si estende per oltre 3 km la spiaggia di West Sands, luogo perfetto per una passeggiata rilassante. Vieni qui al mattino o al tramonto, quando la luce del sole le restituisce la fierezza dei giorni migliori.

TIP / Il parcheggio è a pagamento, meglio lasciare l’auto poco prima dell’ingresso in centro per poi proseguire a piedi.

Spiaggia West Sands di Saint Andrews

6. Mangia l’haggis

Come in ogni rispettabile città scozzese, anche a Saint Andrews puoi mangiare l’haggis, un insaccato a base di interiora di pecora. Di solito è accompagnato da tatties (purè di patate) e neeps (purè di rape). Durante il nostro viaggio in Scozia ce lo siamo trovati ovunque, anche a colazione. Simile all’haggis c’è il black pudding, che può essere paragonato al nostro sanguinaccio.

CONSIGLIO / Se desideri mangiare come un autentico pastore delle Highlands ordina la Shepherd’s pie, un pasticcio di carne d’agnello e verdure. Le pie sono tipiche della zona di Dundee, distante da qui meno di 30 minuti d’auto.

SCOPRI DI PIÙ / I MIGLIORI 10 PIATTI TIPICI SCOZZESI

Haggis

7. Soggiorna da Matt

Noi abbiamo soggiornato una notte al bed and breakfast Seascape Largo, nel piccolo villaggio di Lower Largo, situato a meno di 20 km. Te lo consigliamo perché puoi:

  • scavalcare il cancelletto che si trova all’ingresso dell’abitazione senza passare per ladro
  • rovesciare impunemente il caffè caldo sulla tovaglia di Matt (il proprietario della casa), al limite ti dirà che è già successo una settimana prima
  • ascoltare la spiegazione di Matt sulle sterline stampate dalla Royal Bank of Scotland e dalla Banca d’Inghilterra e non capirci nulla (non preoccuparti, accetta anche quelle che riportano la scritta Royal Bank of Scotland)
  • ammirare l’arredamento del salone di Matt, dove viene servita la colazione tra strane caffettiere e pellicce

Bed and breakfast Seascape Largo

Courtesy b&b Seascape Largo

Conclusioni

Qual è l’attrazione di Saint Andrews che ti è piaciuta di più fra quelle elencate? Aggiungeresti o toglieresti qualcosa? Come sempre, per qualunque domanda o dubbio lascia pure un commento qui sotto, sono felice di lieto di aiutarti.

SCOPRI ANCHE / 11 COSE DA VEDERE A EDIMBURGO