Sintra è una piccola città del Portogallo, famosa per ospitare un castello fiabesco. Si trova a trenta minuti di auto da Cabo da Roca, il punto più occidentale d’Europa.

Molti turisti scelgono di inserire Sintra come tappa aggiuntiva del loro viaggio a Lisbona, in previsione di una gita di mezza giornata o un giorno intero. Per noi, invece, ha rappresentato il punto di partenza del nostro viaggio in Portogallo, prima di visitare la città medievale di Obidos.

A Sintra abbiamo iniziato a conoscere la squisita e abbondante cucina portoghese, la dolcezza degli abitanti e il clima in apparenza mite.

L’attrazione più appariscente è senz’altro il Palacio Nacional da Pena, la più indecifrabile invece la Quinta da Regaleira. A metà strada si colloca il Castello dei Mori (Castelo dos Mouros), non adatto a chi soffre di vertigini (Chiara docet 😀).

Di seguito ti racconteremo quelle che per noi sono le 5 cose da non perdere a Sintra durante una vacanza di un giorno. Prima però una breve introduzione, dove troverai alcune info utili.

Introduzione a Sintra

Abbiamo pensato che un riepilogo iniziale con le informazioni essenziali sul nostro soggiorno a Sintra possa esserti d’aiuto nel capire come organizzare al meglio la visita. Se hai bisogno di risolvere un dubbio o vuoi un consiglio specifico, ti invitiamo a lasciarci un commento in fondo all’articolo.

  • Giorni: 2 notti (23-24 luglio)
  • Hotel: Villa das Rosas (156€). Albergo in posizione strategica, vicino alla stazione ferroviaria e a due passi dai ristoranti. Se hai l’auto a noleggio (come noi), puoi usufruire del parcheggio privato interno gratuito. C’è anche la piscina.
  • Ristoranti: Culto da Tasca e Sabores do Mercado
  • Attrazioni visitate: Palacio Nacional da Pena, Castello dei Mori, Quinta da Regaleira, Cabo da Roca
  • Spesa totale per i castelli: 23,50€ (+6,90€ per il bus)
  • Spostamenti: auto a noleggio (per andare a Cabo da Roca) e bus numero 434 (per la visita ai castelli)

Cosa fare e vedere a Sintra

Riuscire a concentrare in unico giorno le principali cose da vedere a Sintra può essere difficile, ma di certo non impossibile. Ti suggeriamo di dare la priorità alle sole attrazioni fondamentali, sacrificando dunque il centro storico e l’escursione a Cascais. E alla sera non perdere la fantastica cucina portoghese. Ecco i nostri consigli.

Importante: se dedichi a Sintra due o più giorni, ti suggeriamo la visita del Convento dos Capuchos, insieme al Palazzo di Monserrate e lo Chalet da Condessa d’Edla.

1 – Palacio Nacional da Pena

Il giallo e il rosso sono i due colori con cui il Palacio Nacional da Pena (o Palazzo da Pena) si presenta ogni giorno a migliaia di turisti.

Da quasi duecento anni domina dall’alto il centro di Sintra, regalando ai suoi visitatori uno splendido panorama sull’intera cittadina.

Per arrivare la soluzione più comoda è il bus turistico numero 434, che compie il cosiddetto Circuito da Pena. Prevista una fermata anche al Castello dei Mori, circa 200 metri prima.

Lo puoi prendere dalla stazione ferroviaria o dal centro storico, i biglietti hanno un costo di 6,90€. Il prezzo comprende l’utilizzo del bus nel corso di tutta la giornata.

Se ad esempio decidi di fermarti al Palacio Nacional da Pena e risali poi sull’autobus per tornare al centro, la spesa sarà sempre di 6,90€.

Ti consigliamo di usare il bus 434 anche se alloggi nel centro storico di Sintra, perché il percorso per raggiungere il palazzo a piedi non è dei più semplici. All’andata, infatti, il dislivello in salita è notevole.

Lo stesso discorso vale se hai un’auto a noleggio. Non solo corri il rischio di rimanere in coda in tratti di salita con pendenze notevoli, ma anche di non trovare nemmeno un posto libero. I parcheggi per le auto sono molto pochi, in confronto alla mole di turisti presente durante tutti i giorni della settimana.

Una volta arrivati occorre dirigersi agli uffici della biglietteria. Ci sono due tipologie di biglietti: Parco (7,50€), Parco e Palazzo (14€).

Il biglietto più economico dà accesso all’area del parco e a una parte delle caratteristiche terrazze del Palacio Nacional da Pena.

Acquistando il ticket Parco e Palazzo hai la possibilità invece di visitare l’intero complesso, inclusi gli interni.

Noi ci siamo fidati di quanto trovato scritto su quello che dovrebbe essere il sito dedicato ai turisti, scegliendo di prendere il biglietto Parco.

Nella guida, infatti, viene consigliato di acquistare il primo ticket e non il secondo perché anche quello più economico permette di visitare le terrazze. Le cose, però, non stanno esattamente così.

Da una parte è vero che il ticket Parco consente di vedere sia il parco che i bastioni e le terrazze, ma è altrettanto vero che il biglietto comprende solo una minima parte di quest’ultime.

Nello specifico, sono accessibili solo le terrazze esterne al palazzo vero e proprio (quello di colore rosso).

L’unico vantaggio è un ingresso più veloce (corsia di sinistra), poiché le persone che scelgono il secondo biglietto sono la maggioranza e l’entrata nelle camere del Palazzo da Pena richiede un tempo più lungo.

Ti suggeriamo dunque di comprare il ticket Parco e Palazzo, se vuoi passeggiare nell’area dell’edificio reale e scattare le foto da postazioni migliori.

Un breve riepilogo sulle info riguardanti il Palacio Nacional da Pena:

  • Posizione: 200 m dopo il Castello dei Mori
  • Prezzi biglietti: 14€ (Parco e Palazzo), 7,50€ (Parco)
  • Orari: 9:30 – 19:00 (Palazzo), 9:30 – 20:00 (Parco)
  • Durata visita: 120-180 minuti
  • Come arrivare: bus 434 Sintra (capolinea)

2 – Castello dei Mori

Il Castello dei Mori (Castelo dos Mouros) sorge a poche centinaia di metri rispetto al Palacio Nacional da Pena.

Arrivando con l’autobus 434 di Sintra è la fermata successiva a quella del centro storico, la penultima prima del capolinea situato di fronte all’ingresso del celebre palazzo.

La biglietteria si trova a pochi metri dall’ingresso. Un biglietto intero costa 8€, ma puoi anche scegliere di acquistare il ticket combinato Castello dei Mori e Palazzo da Pena (Parco e Palazzo reale) al prezzo di 20€.

Il risparmio complessivo è di 2€, in quanto acquistando i biglietti delle due attrazioni separatamente il prezzo da pagare sarebbe pari a 22€.

Se soffri di vertigini, ti suggerisco di salire i gradini che portano fino alla cima del castello senza guardare in basso e soprattutto restando sul lato riparato. Volgendo lo sguardo sul paese di Sintra, il tratto più esposto è lungo la scalinata posizionata sulla destra.

Da quassù è possibile vedere anche il complesso del Palacio Nacional nel centro storico.

Sul lato di sinistra, invece, puoi ammirare di nuovo il palazzo reale da una posizione privilegiata.

Meglio ancora se vai al mattino, in modo da non avere il sole di fronte a te.

Inoltre, dentro l’area del castello c’è un piccolo gazebo dove vendono sandwich e tramezzini, per un pranzo veloce. A pochi metri, poi, ci sono i bagni.

Ricapitolando, ecco le informazioni più importanti sul Castello dei Mori:

  • Posizione: 200 m prima del Palacio Nacional da Pena
  • Prezzi biglietti: 8€ (adulti) – 6,50€ (ridotto over 65 e dai 6 ai 17 anni)
  • Orari: 9:30 – 20:00 (ultimo ingresso alle 19:00)
  • Durata visita: 60 minuti
  • Come arrivare: bus 434 Sintra (penultima fermata)

3 – Quinta da Regaleira

La Quinta da Regaleira è una tenuta avvolta nel mistero. Il Pozzo iniziatico, la Fonte dell’Abbondanza e la Grotta d’Oriente sono solo alcune delle attrazioni che richiamano all’esoterismo.

Si trova a circa 10 minuti a piedi dalla fermata del bus 434 presso il centro storico di Sintra (la prima dopo la stazione ferroviaria). Lungo il percorso puoi incontrare alcuni artisti di strada che si esibiscono per i turisti, regalando loro sorrisi e curiosità.

Quando arrivi al cancello d’ingresso, la biglietteria è sulla destra. Il ticket intero costa 8€, quello ridotto invece 5€. Entrata gratuita per i bambini di età inferiore ai 6 anni e per gli anziani che hanno compiuto almeno 80 anni.

Importante: nel primo pomeriggio di solito c’è un numero di visitatori superiore rispetto al mattino, molti infatti decidono di visitare la Quinta da Regaleira dopo il Palacio Nacional da Pena e il Castello dei Mori. Per trovare meno gente in fila può essere una buona idea venire qui nella prima parte della giornata, posticipando al tardo pomeriggio la visita alle altre due attrazioni.

Una volta dentro la tenuta una serie di indicazioni segnalano il luogo più importante da visitare: il Pozzo iniziatico.

Una lunga scalinata a chiocciola conduce alla base del pozzo, presta attenzione a dove metti i piedi perché i gradini sono tanti e alcuni scivolosi.

Ti suggeriamo di cominciare il giro di attrattive da qui, per poi proseguire verso la Grotta d’Oriente (con annessa cascata). In diversi punti l’illuminazione è scarsa o del tutto assente, un valido aiuto può arrivare però dalla semplice torcia di uno smartphone.

Un altro punto di interesse è la Fonte dell’Abbondanza. Se anche non credi al potere delle sue acque, puoi sempre rinfrescarti viso e braccia come abbiamo fatto noi!

Al termine del percorso si erge il palazzo principale della tenuta. L’edificio regala il meglio di sé dall’esterno e permette di avere una visuale completa sull’area intorno.

Ecco un rapido riassunto sulla Quinta da Regaleira:

  • Posizione: centro storico di Sintra
  • Prezzi biglietti: 8€ (adulti) – 5€ (ridotto over 65 e dai 6 ai 17 anni)
  • Orari: 9:30 – 20:00 (dal 1° aprile al 30 settembre) / 9:30 – 18:00 (dal 1° ottobre al 31 marzo)
  • Durata visita: 60-90 minuti
  • Come arrivare: bus 434 Sintra (fermata centro storico)

4 – Provare le porzioni abbondanti dei ristoranti di Sintra

La cucina portoghese è famosa sia per le porzioni abbondanti che per la qualità del cibo, i ristoranti di Sintra non fanno eccezione.

La prima sera abbiamo cenato al Culto da Tasca, un locale situato vicino alla stazione ferroviaria, a meno di 10 minuti a piedi dal centro storico.

A fronte della spesa irrisoria (poco più di 20€), siamo rimasti seduti a tavola oltre un’ora e mezza sempre mangiando. La mia grigliata di carne (6,50€) era immensa, non ricordo in vita mia di essermi riempito così tanto.

Ristorante Culto da Tasca a Sintra

La grigliata di carne al ristorante Culto da Tasca

L’unico difetto forse è che l’intero personale (eccetto un giovane cameriere) parla soltanto in portoghese.

Un altro locale dove mangiare a Sintra che ci sentiamo di consigliarti è Sabores do Mercado. Rispetto al ristorante Culto da Tasca le porzioni sono normali, ma non per questo possiamo dire di aver avuto un’esperienza peggiore. Anzi, è vero il contrario.

Tutti i piatti sono di grande qualità, il proprietario e la ragazza che servono ai tavoli parlano e capiscono l’inglese, pollice in alto anche per l’ordine all’interno del locale.

Se scegli di andare al Sabores do Mercado, potrai inoltre avere l’onore di mangiare al fianco di Gianni Morandi (scusa ma non siamo riusciti a trattenerci…).

La nostra scelta è ricaduta su due locali vicini alla stazione ferroviaria per via della posizione dell’hotel dove abbiamo soggiornato (Villa das Rosas). Se prenoti un albergo nel centro storico, sarà facile trovare tanti piccoli locali caratteristici con le loro porzioni extra large.

5 – Cabo da Roca

Tra le cose da fare assolutamente durante la visita a Sintra di uno o due giorni, l’escursione a Cabo da Roca occupa un posto speciale. Quando arriverai, potrai dire di trovarti nel punto più occidentale d’Europa.

Come a Capo di Buona Speranza, anche qui c’è una stele che ricorda ai visitatori il particolare record detenuto dal luogo. Immancabile una foto ricordo.

Per raggiungere Cabo da Roca da Sintra ci sono due possibilità: l’auto a noleggio e il pullman.

Se intendi usare i mezzi pubblici, il bus che collega Sintra a Cabo da Roca è il numero 403 (arriva fino a Cascais, piccola città costiera a sud di Sintra).

La partenza è dalla stazione ferroviaria, tra le fermate c’è però anche quella del centro storico. Il biglietto va acquistato dall’autista, a un prezzo di 4,25 euro.

Puoi consultare gli orari estivi aggiornati cliccando su questo link.

Importante: se hai organizzato un mini tour che comprende la visita sia di Cabo da Roca che Cascais, devi prendere il bus 403. Ti diciamo questo perché c’è un altro bus (il numero 417) che collega Sintra a Cascais, ma non passa per Cabo da Roca.

Noi in macchina abbiamo impiegato meno di 30 minuti per arrivare. Prima di partire, ti consigliamo di scaricare le mappe offline di Google Maps relative all’area del Portogallo. In questo modo non userai i dati mobili della tua offerta.

La strada non presenta difficoltà di sorta, nonostante ci sia qualche curva da affrontare. A dire la verità ce l’aspettavamo più panoramica, questo sì.

Durante il percorso ci sono le indicazioni per le spiagge di Sintra, tra cui Praia Grande e Praia Maçãs, oltre al Convento dos Capuchos.

Quando poi arrivi a destinazione, non fermarti subito al primo spiazzo che trovi sulla terra battuta ai lati della carreggiata. Prosegui invece avanti fino all’area di sosta dedicata ai visitatori di Cabo da Roca, in prossimità del faro.

Il parcheggio è gratuito e si trova a circa 200 metri di distanza dalla stele che ricorda ai turisti la particolare posizione raggiunta.

Le migliori postazioni per scattare le foto sono ai due lati opposti del faro, da dove è possibile vedere le onde dell’Oceano infrangersi contro la maestosa scogliera.

Ti invitiamo inoltre a indossare un abbigliamento adeguato, in relazione soprattutto al forte vento che tira da queste parti a tutte le ore del giorno.

Se ad esempio intendi visitare Cabo da Roca nel tardo pomeriggio, è preferibile portare un giubbetto in jeans o una felpa a maniche lunghe.

Per quanto riguarda invece le scarpe, vanno bene un paio da ginnastica o da trekking non impegnativo (per percorrere i brevi sentieri che iniziano subito dopo oltrepassato il faro).

Conclusioni

A noi Sintra è piaciuta molto. Poche città possono vantarsi di avere i suoi castelli, e per chi ama la natura le scogliere di Cabo da Roca sono una tappa irrinunciabile.

Per qualsiasi domanda o dubbio sulla tua prossima visita a Sintra lascia pure un commento, siamo felici di poterti dare una mano.

Prima di andare, ti lasciamo il link alla nostra guida sulle cose più belle da fare e vedere a Lisbona.