Una luce penetrante, portali rossi sovrapposti, un ukelele tra le mani di una geisha. Frammenti sparsi dal santuario di Fushimi Inari, a pochi chilometri da Kyoto, forse uno dei luoghi più suggestivi che abbiamo visitato durante il nostro viaggio in Giappone.

Il nome completo è Fushimi Inari Taisha, a indicare le dimensioni importanti del complesso shintoista (la parola taisha in giapponese viene utilizzata per identificare un grande santuario). Inari è invece la divinità a cui è dedicata l’intera area, mentre Fushimi la località. Insieme a Nara, rappresenta la meta top per un’escursione di mezza giornata nelle immediate vicinanze della città di Kyoto.

Ti illustrerò ora alcuni consigli pratici sulla visita al santuario shintoista di Fushimi Inari, mostrandoti le foto scattate da Chiara durante il percorso e rispondendo alle domande più frequenti dei viaggiatori. Preparati a entrare in un tunnel di emozioni rosso vermiglio, anime in pellegrinaggio, cuori liberi.

Cosa vedere

Appena arrivi, davanti ai tuoi occhi si spalanca l’ingresso del santuario. Centinaia di persone si fermano qui ogni ora prima di iniziare il percorso vero e proprio che conduce fino alla cima del monte Inari, a 233 metri d’altezza. Esistono vari sentieri, ciascuno segnalato da cartelli scritti sia in giapponese che in inglese. Presta attenzione alle frecce, non volendo potresti ritrovarti di nuovo al punto di partenza.

Anche se può sembrare banale dirlo (e in effetti lo è), l’attrazione principale del Fushimi Inari sono i torii, le porte che indicano l’ingresso in un’area sacra. A differenza degli altri santuari, dove il numero dei portali è ridotto, qui sono posizionati l’uno dopo l’altro, tanto da ricreare un affascinante effetto tunnel.

Le scritte in giapponese che vedi sui torii rossi riportano il nome della persona che ha voluto dedicare una porta a Inari, divinità del riso e dell’agricoltura nella tradizione shintoista e buddhista. Lungo il percorso, ti capiterà di vedere alcune raffigurazioni di volpi, spesso associate alla figura di Inari in qualità di sue messaggere.

Santuario Fushimi Inari

Tra un sentiero e l’altro ci sono diverse aree dove puoi sederti per riposare qualche minuto o per mangiare, così da riprendere la marcia verso la vetta del monte con maggiore forza. Ed è proprio durante una di queste soste che puoi fare incontri curiosi. Noi ad esempio siamo stati attirati dal canto di una geisha, che con il suo ukelele (una chitarra in miniatura) ha saputo catturare l’attenzione di decine e decine di persone.

Te lo confesso, dopo la visita ad Arashiyama al mattino non avevamo la forza di arrivare fino in cima. Quelli più coraggiosi di noi dicono che da lassù si goda di una fantastica vista su Kyoto. Ci fidiamo ciecamente 🙂

Come arrivare

Ti lascio ora alcune indicazioni utili sul trasporto se sei in partenza da Kyoto o da Nara, località che risultano ottimamente collegate grazie all’efficiente servizio ferroviario giapponese. Ci sono anche gli autobus, ti consiglio però di tenere in considerazione soltanto il treno.

Da Kyoto

Il santuario di Fushimi Inari dista da Kyoto soltanto 5 minuti in treno. Prendi la linea JR Nara, inclusa nell’abbonamento al Japan Rail Pass e scendi alla stazione Inari (seconda fermata). Volendo, puoi anche scendere al primo stop e visitare il tempio Tofukuji, appartenente alla corrente Zen del Buddhismo.

  • Partenza: stazione centrale di Kyoto
  • Treno: linea JR Nara
  • Arrivo: stazione Inari
  • Prezzo: ¥ 140 (compreso nel JR Pass)
  • Durata: 5 minuti

Se per qualsiasi motivo non vuoi prendere il treno, come alternativa hai l’autobus della linea 105 in partenza dalla piazzola F1 dell’uscita Hachijo, a due passi dalla stazione centrale. Ti suggerisco comunque di utilizzare la linea JR Nara perché più veloce e meno cara rispetto alla soluzione dell’autobus.

  • Partenza: bus stop F1, uscita Hachijo, stazione centrale di Kyoto
  • Autobus: linea 105
  • Arrivo: Inari Taisha stop
  • Prezzo: ¥ 230
  • Durata: 10 minuti

Da Nara

Ti è sufficiente salire a bordo del treno della linea JR Nara in direzione di Kyoto e da qui proseguire per la stazione Inari. Nulla di più semplice.

  • Partenza: stazione JR di Nara
  • Treno: linea JR Nara
  • Arrivo: stazione Inari (18 fermate)
  • Prezzo: ¥ 670 (compreso nel JR Pass)
  • Durata: 1 h

Domande frequenti

Proverò ora ad aiutarti nell’organizzazione della visita a Fushimi Inari, rispondendo alle domande più ricorrenti tra i viaggiatori che scelgono il santuario shintoista vicino a Kyoto come loro prossima destinazione. Se hai altre domande o curiosità, ti invito a lasciare un commento sotto l’articolo.

Quanto tempo

Penso che la durata ideale dell’escursione sia mezza giornata. Nel nostro caso si è trattato di un pomeriggio, dopo essere andati alla scoperta di Arashiyama e della sua foresta di bambù. Rispetto ad altre attrattive presenti nei dintorni dell’ex capitale, come ad esempio il tempio d’oro e il tempio Ryoanji, qui si arriva più velocemente. Questo significa avere più tempo a disposizione per godere dello straordinario tunnel di torii dal coloro rosso acceso.

Quando andare

Noi siamo andati al pomeriggio, approfittando dell’apertura 24 ore su 24. Ti suggerisco di fare lo stesso, così da gestire a tuo piacimento il tempo a Fushimi Inari. Tieni conto che in genere i templi in Giappone chiudono tra le 16 e le 18, mentre a Fushimi il santuario dedicato alla divinità del riso rimane sempre aperto.

  • Orari: aperto 24 ore su 24
  • Prezzo: ingresso libero
  • Sito Fushimi Inari Taisha (versione inglese): nel sito ufficiale puoi trovare il calendario aggiornato degli eventi e dei festival che si svolgono qui ogni mese cliccando sulla sezione Festivals and Events.

Lunghezza percorso

Il percorso ad anello misura 4 km. Per completarlo si impiegano dalle 2 alle 3 ore. Non ci sono tratti impegnativi, diciamo che la difficoltà è medio-facile. Nessuno comunque ti obbliga a raggiungere i 233 metri della vetta, puoi sempre tornare indietro a metà salita seguendo i cartelli che riportano la direzione dell’ingresso.

  • Distanza: 4 km
  • Durata 2-3 h
  • Difficoltà: medio-facile

Quanti torii

Sono circa 10.000 i torii del santuario Fushimi Inari. Dico circa perché il numero varia anno dopo anno, in base a quante persone decidono di aggiungere un portale lungo il sentiero come dedica alla divinità Inari. Un po’ come le statue di Jizo del tempio Hasedera a Kamakura.

Quanti gradini

I gradini sono invece 12.000. Sì, più dei portali. In proporzione, ogni 1.000 metri ce ne sono 3.000. Non spaventarti però, ti assicuro che c’è di peggio. In questo senso, la pendenza non impossibile aiuta.

Conclusioni

Per quanto riguarda la visita al grande santuario di Fushimi Inari è tutto. Se hai una domanda, un dubbio o una curiosità lascia pure un commento sotto l’articolo.

Voci correlate