La cascata di Arena è una delle attrazioni naturalistiche più belle del territorio di Roccafluvione, comune della provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche. Si presenta agli occhi dei visitatori con un salto di oltre 10 metri, tra due ripidi speroni di roccia. Ad alimentarla è il torrente Fluvione, tra i principali affluenti del fiume Tronto.

Accanto sorge il Mulino Pignoloni, la cui costruzione risale alla prima metà del XVII secolo. Il mulino si chiama così in onore della famiglia Pignoloni, facoltosi possidenti di terreni che nei primi anni del Novecento risiedevano presso Vetreto, oggi borgo fantasma della valle del Fluvione.

Sopra la cascata c’è invece un piccolo lago, formatosi in seguito alla realizzazione di un’opera di sbarramento per regolare il corso del torrente e agevolare il lavoro del mulino. Nelle giornate di sole il laghetto brilla con le sue acque verdi, regalando così ai turisti un discreto colpo d’occhio. Con il tempo Chiara ed io non siamo stati fortunatissimi purtroppo, ma non ci possiamo lamentare più di tanto perché era già autunno inoltrato quando siamo stati qui.

Ti lascio ora qualche informazione pratica sulla visita alla cascata.

Da dove posso ammirare il salto della cascata di Arena?

Il punto di osservazione migliore è il ponte che si affaccia sulla cascata, a due passi dall’antico mulino di Arena. Se prosegui avanti, raggiungerai il centro abitato di Osoli, altra frazione di Roccafluvione.

Tip: dalla parte opposta al ponte, in pratica dove c’è il laghetto, godi invece della visuale migliore sull’arcata del ponte.

Cascata Arena nelle Marche

C’è un parcheggio vicino alla cascata?

Sì, lungo la strada che conduce al comune di Montegallo, adiacente alla località Arena, c’è uno spiazzo bello ampio dove parcheggiare la macchina. Da qui alla cascata metti in conto meno di 1 minuto a piedi (devi soltanto attraversare la strada all’altezza del mulino).

Importante: dentro l’auto non si nota, però c’è un po’ di dislivello tra la strada principale e il terreno dell’area di sosta. Vuoi un consiglio spassionato? Procedi a passo d’uomo prima di entrare nello spiazzo per le auto.

Il Mulino Pignoloni è aperto al pubblico?

No, si può vedere solo dall’esterno. Oggi l’opera del mulino è stata sostituta da una centrale elettrica, situata non lontano dalla frazione Arena.

Cascata Arena nelle Marche (provincia di Ascoli Piceno)

Cosa c’è da fare in zona?

La cascata di Arena si trova lungo l’itinerario del Grande anello dei borghi ascolani, il trekking di 100 km che con partenza dalla città di Ascoli tocca i borghi ai piedi dei Monti Gemelli e del Ceresa, tra cui il consigliatissimo Castel Trosino. Rispetto alla cascata della località Mulino Arena, la destinazione più vicina è il borgo fantasma di Ficocchia.

Nelle immediate vicinanze – a poco più di un 1 km – c’è anche la chiesa dei SS. Ippolito e Cassiano di Pedara, frazione del comune di Roccafluvione.

Se hai tempo, o conti di tornare in futuro da queste parti, ti invitiamo a prendere in considerazione il Sentiero dei mulini, una facile passeggiata di circa 4 km tra andata e ritorno con partenza da Castro, frazione di Montegallo. Lungo l’itinerario si incontrano i mulini Lori e Capponi.

Inoltre, a meno di 20 km da Mulino Arena hai la possibilità di ammirare le bellissime cascate di Forcella.

Cos’altro? Escludendo la visita di Ascoli Piceno, a circa 30 minuti d’auto dalla cascata di Arena c’è il colle San Marco, punto di partenza della facile escursione che conduce al noto eremo di San Marco.

Le cascate di Forcella

Conclusioni

E con questo è davvero tutto. Mi auguro di esserti stato d’aiuto per scoprire l’ennesimo tesoro nascosto delle Marche: per qualsiasi dubbio o domanda lascia pure un commento qui sotto, ti risponderò il prima possibile.