Il santuario della Madonna dell’Ambro è un luogo di culto situato a Montefortino, in provincia di Fermo, all’interno del parco nazionale dei Monti Sibillini. È il secondo santuario più venerato di tutte le Marche, alle spalle soltanto di quello di Loreto.

La nostra visita risale al mese di giugno, un periodo dell’anno in cui Chiara ed io iniziamo a cercare in modo compulsivo luoghi al fresco, o perlomeno dove la temperatura sia sotto i 30 gradi (se meno ancora meglio). E siccome non possiamo partire ogni settimana per il nostro caro amato Trentino Alto Adige, dobbiamo ingegnarci in qualche modo restando nella nostra regione, o giù di lì, magari unendo l’utile al dilettevole. Così una domenica organizziamo una gita nel parco dei Sibillini, con destinazione il santuario della Madonna dell’Ambro. Mai scelta fu più azzecata, davvero, e non solo per una questione caldo/fresco, fresco/caldo. Ora ti racconto meglio il tutto, sempre se ti va.

In questa guida trovi:

Storia

La costruzione del santuario della Madonna dell’Ambro risale all’undicesimo secolo, in seguito – come sostiene la tradizione orale – a un’apparizione mariana a una bambina muta dalla nascita di nome Santina, la quale riacquistò poi la parola. Il nome del luogo di culto religioso prende il nome invece dal vicino torrente Ambro, un affluente del fiume Tenna, la cui sorgente si trova all’interno di una piccola grotta del Monte Priora.

Nel 2016, a seguito del terremoto del Centro Italia, il santuario subì diversi danni, tanto che la chiesa venne dichiarata inagibile. La riapertura avvenne due anni più tardi, il 25 dicembre 2018, al termine dei lavori di ristrutturazione al soffitto e alla volta.

La facciata del santuario della Madonna dell'Ambro

Attraversamento del ponte vicino al santuario

Per la posizione e la tradizione orale alla base della sua nascita, il santuario di Montefortino è anche conosciuto come la piccola Lourdes dei Monti Sibillini. D’altronde le analogie non mancano:

  • Lourdes sorge in una valle dei Pirenei, il santuario marchigiano in una vallata dei Monti Sibillini;
  • accanto alla grotta dell’apparizione a Lourdes scorre il fiume Gave, mentre qui c’è il torrente Ambro;
  • a Lourdes la Madonna è apparsa a una bambina di nome Bernadette, a Montefortino a una bambina di nome Santina;
  • la roccia accanto al complesso religioso delle Marche rievoca l’atmosfera della grotta di Lourdes.

Panoramica santuario della Madonna dell'Ambro

Come arrivare alla Madonna dell’Ambro

Per raggiungere il santuario della Madonna dell’Ambro devi prima arrivare al centro abitato di Montefortino, in provincia di Fermo, e da qui seguire le indicazioni per il convento della Madonna dell’Ambro, percorrendo la strada provinciale dell’Ambro per circa 5 km. Alla fine della strada c’è un grande parcheggio gratuito per le auto, che tuttavia si riempie velocemente nei fine settimana, soprattutto durante la bella stagione.

Se vuoi trovare un posto libero nelle giornate di sabato e domenica ti consiglio di arrivare al massimo entro le 10:00, non più tardi. Ad esempio, noi siamo arrivati qui poco prima dell’ora di pranzo e il parcheggio era completamente pieno: per noi poco male, perché avevamo il pranzo a sacco e ci è bastato tornare intorno alle 14 per trovare parcheggio, può invece essere un problema per chi desidera mangiare in uno dei locali presenti qui vicino.

Nel dubbio, ti condivido la mappa della Madonna dell’Ambro per ottenere indicazioni più precise:

Cosa vedere

Quando arrivi, i principali luoghi da visitare alla Madonna dell’Ambro sono la chiesa del santuario e il torrente Ambro.

Chiesa

Non appena entri nella chiesa del santuario della Madonna dell’Ambro, l’attenzione viene catturata dalla maestosa statua in pietra di Maria seduta in trono collocata sopra l’altare. Da non perdere anche, anzi soprattutto, la cappella dell’Apparizione, realizzata nei primi anni del Seicento dal pittore Martino Bonfini, per via del numero insolitamente alto di dipinti (12) dedicati alle Sibille, le figure mitologiche di epoca greca e romana in grado di predire il futuro e dare responsi.

Chiesa del Santuario della Madonna dell'Ambro

La volta della chiesa con i dipinti delle sibille

O forse un caso non lo è, visto il contesto in cui ci troviamo: il Monte Sibilla, dove secondo la leggenda abiterebbe la Sibilla Appenninica (la sibilla che ha dato il nome ai Monti Sibillini), sorge a poca distanza da qui. Per approfondire l’argomento ti consiglio il testo pubblicato sul sito italiani.it.

Prima di proseguire avanti, ecco gli orari delle sante messe che si celebrano nel santuario della Madonna dell’Ambro:

  • festivi: 9:30, 11:00, 12:15, 16:00, 17:00;
  • prefestivi: 16:00;
  • feriali: 16:00.

Torrente Ambro

Completata la visita alla chiesa, dirigiti verso il piccolo ponte vicino al santuario per ammirare il dolce defluire del torrente Ambro.

Il ponte sopra il torrente Ambro

Nell’introduzione ti ho accennato al fatto che la sua sorgente principale si trova in una grotta sul Monte Priora, a 1.245 metri di altitudine. Ebbene, ne approfitto per menzionare un luogo molto famoso tra gli abitanti della zona, vale a dire l’Infernaccetto, chiamato così perché presenta diversi tratti in comune con la più nota – a livello regionale – gola dell’Infernaccio.

L’Infernaccetto è una profonda gola rocciosa dove l’Ambro si tuffa nel suo primo tratto. È qui che il torrente si esibisce in spettacolari cascate, la più alta delle quali raggiunge i 55 metri di altezza.

Sentieri

Avrai forse già capito che, dato il particolare contesto in cui si trova, il santuario di Montefortino è il punto di partenza di numerosi sentieri. Le escursioni dalla Madonna dell’Ambro più conosciute conducono all’omonima cascata e alle sorgenti del torrente Ambro sul Monte Priora.

Cascata Madonna dell’Ambro

Una facile escursione che parte da dietro il santuario della Madonna dell’Ambro e conduce in circa dieci minuti a uno slargo da dove ammirare la cascata. Volendo è possibile allungare la camminata imboccando il sentiero che inizia sulla destra, il quale porta nel punto più in alto del salto.

Sorgenti dell’Ambro

Un’escursione consigliata solo a chi ha già dimestichezza con i trekking di livello E (Escursionistico). Dal santuario si attraversa il ponte e si sale su per il bosco fino a superare quota 1.000 metri, con un dislivello iniziale in salita di circa 450 metri. Per l’itinerario completo e le indicazioni precise ti invito a fare riferimento all’articolo Anello Valle dell’Ambro sul sito Croce di Vetta.

Mentre Chiara mi aspettava sul prato di fronte il santuario, ho provato a risalire il bosco per trovare un punto da dove poter scattare una foto migliore all’edificio religioso. Ecco, a parte l’assenza di indicazioni, dopo pochi minuti ho preferito lasciar perdere, intuendo la difficoltà del percorso e soprattutto l’inutilità di quello che stavo facendo.

Il bosco adiacente il santuario della Madonna dell'Ambro

Monte Priora

Sempre dalla Madonna dell’Ambro (683 metri) parte un altro sentiero che conduce fino al Monte Priora (2.332 metri), o meglio alla vetta della montagna. È un’escursione contrassegnata dal grado di difficoltà EE (Escursionisti Esperti), con un dislivello pari a 1.650 metri.

Per me e Chiara non è un’escursione fattibile, anche quando andiamo in Trentino Alto Adige difficilmente affrontiamo percorsi con dislivelli superiori a 700-800 metri. Nulla comunque ti vieta di provare il percorso, trovi una descrizione ben dettagliata in questo articolo del sito gulliver.it.

Dove mangiare alla Madonna dell’Ambro

In conclusione, ti lascio una serie di contatti per prenotare un tavolo in uno dei tre locali situati a pochi metri dal santuario della Madonna dell’Ambro:

  • Il Chioschetto nel Bosco: 0736 859168
  • Osteria del Nonno: 334 178 4829
  • Hotel Ristorante F.lli Bocci: 0736 859168

I due numeri di telefono uguali non sono un errore, infatti il Chioschetto nel Bosco è di proprietà dell’Hotel Ristorante F.lli Bocci. Mentre l’albergo (e il ristorante annesso) si trova accanto al santuario, il Chioschetto nel Bosco è al di là del fiume, dunque di fronte al luogo di culto.

Nei dintorni del santuario della Madonna dell’Ambro

Una volta conclusa la visita, se ti avanza tempo, nei dintorni della Madonna dell’Ambro puoi visitare i seguenti luoghi d’interesse:


🎄Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram