Se entri in un negozio di souvenir a Lisbona, una delle prime cose che noterai è la presenza costante di una fascinosa torre bianca sul mare. Poi sì, ci sono anche le fitte trame degli azulejos ad arricchire il tutto, ma ormai gli occhi sono stati sedotti dal monumento più iconico della capitale: la torre di Belém.

Ah, un’altra cosa: lo specchio d’acqua che vedi nelle cartoline o in altri gingilli non è un semplice mare, ma la foce del fiume Tago.

Insieme a Chiara ho visitato il simbolo di Lisbona durante la nostra giornata dedicata al quartiere di Belém: a seguire trovi tanti consigli pratici che mi auguro possano esserti d’aiuto per organizzare al meglio la tua visita.

Come arrivare

La torre di Belém è collegata con il centro di Lisbona dalla linea di autobus numero 714 e dal tram numero 15E. Se soggiorni in centro puoi prendere comodamente l’autobus in Piazza del Commercio, mentre se opti per il tram recati alla stazione Cais do Sodré, posta di fronte al mercado da Ribeira. Oppure, meglio ancora, aspetta che partano da Praça da Figueira, la stazione iniziale per entrambi (a questo link trovi tutte le fermate dei mezzi pubblici di Lisbona).

Sia l’autobus 714 che il tram 15E fermano davanti al monastero dos Jeronimos, da qui in avanti devi quindi procedere a piedi per circa un chilometro prima di raggiungere la torre. Se sei di fretta o non hai voglia di camminare per un quarto d’ora circa, ti suggerisco allora di salire sul tram 15E e di scendere alla fermata Largo da Princesa, a pochi passi dalla torre.

Tip: se scendi alla fermata posizionata vicino al monastero, attraversa il sottopassaggio che trovi di fronte in modo da avvicinarti al monumento alle Scoperte, per poi camminare lungo la passeggiata accanto al fiume Tago che prosegue fino alla torre.

Biglietto combinato con il monastero dos Jeronimos

In biglietteria puoi chiedere l’acquisto del biglietto combinato per la torre di Belém e il monastero dos Jeronimos, a un prezzo scontato di un paio di euro rispetto all’importo complessivo dei due biglietti se presi singolarmente. Lo stesso discorso vale nel caso tu scelga – per comodità – di vedere prima il monastero.

Tip: non so se nel frattempo le cose siano cambiate o meno, ricordo però che la macchinetta automatica presente all’interno della biglietteria del monastero non permetteva di scegliere la soluzione combinata, al contrario della cassa gestita dal personale in carne e ossa.

Leggi anche: 14 cose da non perdere a Lisbona

Come evitare la fila all’ingresso

La fama acquisita negli anni ha trasformato la torre di Belém nell’attrazione turistica per eccellenza della capitale portoghese, è quindi del tutto normale incontrare decine e decine di turisti stranieri stare fermi ad aspettare in fila davanti all’ingresso. Per fortuna, però, esiste un modo per entrare più velocemente degli altri: l’acquisto del biglietto combinato al monastero dos Jeronimos ti permette infatti di saltare la fila e di accorciare notevolmente i tempi di entrata.

Tip: in rete potresti trovare scritto che la Lisboa Card, la carta turistica di Lisbona, funziona anche come “salta fila”. In realtà non è vero, quindi se intendi comprare la tessera soltanto per questo motivo ti invito a ripensarci. La Lisboa Card permette – questo sì – di muoverti liberamente con i mezzi di trasporti pubblici e di entrare “gratis” in alcuni dei monumenti più importanti della città, tra cui anche la torre, ma non di saltare la fila.

Cosa vedere vicino alla torre di Belém

Prima di andare, ti invito a scoprire le altre attrazioni qui vicino:

E con questo è tutto. Per qualsiasi dubbio o domanda sulla visita alla torre di Belém lascia pure un commento qui sotto, ti risponderò il prima possibile.