Il santuario di San Liberato (o eremo di San Liberato) è un edificio religioso che sorge nell’omonima frazione del comune di San Ginesio, in provincia di Macerata. Si trova all’interno del parco nazionale dei Monti Sibillini, non lontano dall’eremo di Soffiano, altro importante luogo di culto del Maceratese, la cui storia si intreccia con quella del santuario.

La storia del santuario di San Liberato

La costruzione del santuario di San Liberato risale al 1421, nello stesso anno in cui il convento di Soffiano venne in parte demolito, con i francescani che scelsero di realizzare una nuova struttura lì vicino. L’intero complesso prese poi il nome di San Liberato, un frate minore originario di Loro Piceno poi proclamato santo.

Secondo la testimonianza storica di frate Mariano da Firenze, Liberato apparteneva a una nobile famiglia e deteneva il titolo di signore di Loro. La sua vita cambiò in seguito all’incontro con Francesco d’Assisi, avvenuto agli inizi del Duecento presso il centro abitato di Sarnano, dove il “poverello” si era recato a predicare.

Seguendo le orme di Francesco, all’età di 18 anni scelse di rinunciare al titolo di signore e a tutti i suoi averi, al fine di dedicare la propria vita al Signore. Diventò quindi frate minore, e trascorse il resto della sua esistenza presso l’eremo di Soffiano, dove – come narrano i documenti di allora – acquisì un’eccezionale fama di santità.

Dopo la sua morte, datata intorno al 1234, i seguaci di Francesco si occuparono di conservare le sue spoglie dentro una piccola cappella dei Brunforte, i signori di Sarnano. Oggi quelle stesse spoglie sono custodite nel santuario di San Liberato, al cui interno risiedono i frati minori della provincia lauretana.

Per saperne di più ti invito a leggere l’approfondimento dedicato sul sito ufficiale di Turismo Marche.

Dove si trova

Il complesso del santuario di San Liberato si trova nel territorio comunale di San Ginesio, lungo la strada che conduce a Sarnano, passando per la località Santa Maria di Pieca.

Per arrivare da San Ginesio segui all’inizio le indicazioni per Sarnano, quindi superato l’abitato di Pieca prosegui avanti prendendo come punto di riferimento i cartelli riportanti la frazione San Liberato. Quando poi arrivi lascia l’auto nell’ampio parcheggio gratuito allestito di fronte al santuario.

Cosa vedere vicino al santuario di San Liberato

Ecco alcuni luoghi d’interesse che puoi visitare nei dintorni:

Altri luoghi religiosi in provincia di Macerata