Il lago di Fiastra è un incantevole specchio di acqua blu immerso nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, nelle Marche. Come suggerisce il nome, si trova nei pressi dell’abitato di Fiastra, in provincia di Macerata, ad un’altitudine di 641 metri.

Chiara ed io lo abbiamo inserito tra le nostre mete preferite quando in estate cerchiamo un po’ di refrigerio dal caldo, insieme all’Abbadia di Fiastra e alla faggeta di Canfaito. Non solo però, perché anche a livello di paesaggio se la gioca con un altro nostro luogo del cuore: i prati di San Liberato, una splendida oasi verde non lontana da qui.

Stai pianificando una visita al lago di Fiastra nel prossimo weekend e vorresti qualche informazione in più? Lascia allora che ti mostri le più belle cose da fare qui.

Cosa fare al lago di Fiastra


1. Mangiare il gelato alla Dolce Vita

La gelateria La Dolce Vita di Emma è una delle istituzioni del lago di Fiastra. Si trova lungo la breve discesa che conduce all’inizio della spiaggia, arrivando dalla frazione San Lorenzo al Lago. Puoi fermarti qui dopo pranzo o prima di tornare a casa, gustando il tuo gelato su una delle panchine di fronte alla gelateria oppure di fronte al lago.

🍦 Prima di conoscere La Dolce Vita, pensavo che il gelato più buono che avessi mai mangiato nelle Marche fosse quello della gelateria Martini di Camerano, il piccolo borgo dove Chiara ed io trascorriamo circa 260 giorni all’anno. Dopo, invece, devo dire che ho perso questa certezza.

gelateria la dolce vita di emma a fiastra
Gelateria La Dolce Vita di Emma | Foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale

2. Riposarsi all’ombra di fronte al lago

Se in estate non sopporti il caldo e sei alla ricerca di un luogo dove la temperatura sia meno opprimente, il lago di Fiastra è il posto ideale. Non solo perché qui le temperature non raggiungono mai i valori delle zone interne o della costa, ma anche per le tante aree all’ombra dove puoi stare per tutto il tempo che vuoi.

montagna ombra lago di fiastra

💡 Oltre che ammirare la bellezza del lago di fronte a te, puoi organizzarti in modo da preparare un classico pic-nic in compagnia con la persona che ami o la tua famiglia. Vicino alla spiaggia del lago di Fiastra si estende un’ampia area verde, con diversi punti che rimangono all’ombra. Ad un certo punto troverai perfino un’amaca tra gli alberi (Chiara ed io ci mettiamo spesso lì vicino.)

bacino d'acqua del lago di fiastra

🏊‍♀ Mentre ti riposi all’ombra della vegetazione ti potrebbe venire voglia di bagnarti un po’, magari anche solo i piedi. A questo proposito devi sapere che il lago di Fiastra è balneabile solo in alcuni punti, tutti ben segnalati dai cartelli presenti lungo l’area.

riva lago di fiastra

3. Camminare lungo il sentiero natura

Dalla spiaggia attrezzata di San Lorenzo al Lago ha inizio un sentiero molto facile che costeggia il lago di Fiastra lungo la sponda orientale, fino a quasi a raggiungere la diga, da dove poi si prosegue per le Lame Rosse. Il sentiero natura ha una lunghezza di circa 3 km (solo andata) e offre alcuni bellissimi scorci sul lago.

inizio sentiero natura lago di fiastra viaggi e ritratti

👣 Non è una vera e propria escursione, considerala una passeggiata rilassante da fare nel primo pomeriggio dopo mangiato oppure a tutte le ore del giorno durante la primavera o l’autunno. Il rientro avviene sullo stesso sentiero, per una distanza complessiva di circa 6 km tra andata e ritorno.

passeggiata sentiero natura lago di fiastra

💡 Non c’è un sentiero unico che ti consenta di fare il giro ad anello del lago, tecnicamente però puoi riuscirci. Quando arrivi al termine del sentiero natura, anziché tornare indietro prosegui sulla strada in direzione della diga, attraversala, quindi svolta a sinistra per raggiungere il Belvedere di Ruffella. Da qui dirigiti in direzione del campeggio, per poi proseguire di nuovo sulla strada asfaltata fino alla fine. In totale il percorso misura circa 10 km, considera però che quasi metà è su strada, non il massimo ecco.

lago di fiastra sentiero natura panorama

4. Escursione alle Lame Rosse di Fiastra

Dove invece non c’è nemmeno un metro di strada asfaltata, se si fa eccezione per il breve tratto iniziale della diga, è l’escursione alle Lame Rosse, ribattezzate da tanti come il Grand Canyon delle Marche. Un posto speciale, che regala emozioni, soprattutto alla fine del sentiero, quando la natura si manifesta davanti ai tuoi occhi.

parete lame rosse di fiastra

👣 L’escursione a piedi dalla diga del lago di Fiastra alle Lame Rosse è alla portata di tutti. Gli unici due punti dove farai un po’ più di fatica sono la salita che incontrerai a metà sentiero e il muro finale. Ma come dico sempre, se ce l’ha fatta Chiara puoi benissimo farcela anche tu. Per tutti i dettagli, ti ho lasciato il link qui sopra.

Lame Rosse di Fiastra

5. Picnic sui prati di San Liberato

A pochi km dal lago di Fiastra c’è un posto ancora semi-sconosciuto ai più, non tanto ai turisti quanto agli stessi marchigiani. Mi riferisco ai prati di San Liberato, una grande oasi verde che si estende sopra il santuario di San Liberato, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Uno dei miei luoghi del cuore nelle Marche.

prati di san liberato viaggieritratti

🧺 L’ideale qui è organizzare un picnic in coppia o insieme a tutta la famiglia. Di posto ce n’è in abbondanza, la vista spazia dalle montagne accanto alla lontana costa di Fermo. Calcola che sei molto in alto, a circa 1.300 metri di altitudine, ma ti sconsiglio di venire qui d’estate dato che non avresti modo di ripararti dal sole (molto meglio la primavera o l’autunno).

prati di san liberato marche

Nei dintorni del lago di Fiastra


🎄Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram