Il suo nome completo è Klagenfurt am Wörthersee, che di fatto riassume la fortuna della città più importante della Carinzia. Il lago, appunto. Non per me però.

A circa 30 minuti d’auto da Villach, Klagenfurt si estende sulla sponda orientale del Wörthersee. Complice la distanza non proibitiva, abbiamo approfittato del nostro soggiorno di due giorni a Villaco durante le festività di fine anno per visitarla.

Unitamente a Klagenfurt, abbiamo completato anche il tour dei laghi carinziani. Ti confermo il giudizio negativo già espresso nel precedente racconto di Villach. Almeno d’inverno, il tris Ossiacher See, Faaker See e Wörthersee non s’ha da fare. Manzoni mi perdonerà.

Aiutandomi con le foto scattate da Chiara, ti illustrerò adesso cosa fare e vedere a Klagenfurt. Il mio vuole essere sia un racconto che una proposta di itinerario.

Per l’occasione, ci tengo a ringraziare la simpatica signora anziana che in un perfetto inglese si è intrattenuta con noi per indicarci sulla mappa le altre attrazioni da ammirare. I suoi suggerimenti ci hanno permesso di allungare la visita di almeno un’ora e scattare più foto.

Neuer Platz

Google Maps ci porta da Villach a ridosso del centro di Klagenfurt, dove decidiamo di parcheggiare (a pagamento, 2.80 euro all’ora). Dal parcheggio a Neuer Platz, la piazza principale della città, impieghiamo meno di 10 minuti a piedi. Ci sta.

Veniamo attratti qui dai mercatini di Natale, ancora pienamente funzionanti nonostante il 25 dicembre sia trascorso da quasi una settimana.

Rispetto a quelli di Villach, penso siano più anonimi. Magari mi sto lasciando influenzare dal fatto di averli visti di giorno e non alla sera, ma forse confermerei la mia tesi anche vedendoli dopo il tramonto.

Attorno alla piazza, la classica cornice di eleganti palazzi in stile Liberty, che puoi vedere un po’ ovunque in Austria e dintorni. Quello che spicca più in alto di tutti è il Rathaus, sede del nuovo municipio.

Se hai bisogno di una mappa della città, qui trovi l’Ufficio Turistico. Puoi richiederla anche in italiano.

Tutto qui? Non proprio. C’è qualcos’altro che ancora non ti ho detto/mostrato, ed è quello che ti sto per raccontare adesso.

Lindwurm

L’ultima volta che avevo visto un drago nel centro storico di una città era stato a Lubiana. Capodanno 2017. Corsi e ricorsi storici. Dopo un anno esatto, ecco puntuale il déjà vu.

I mercatini intorno tendono a nasconderlo agli occhi curiosi delle persone e agli obiettivi sempre più performanti delle fotocamere. Come puoi pensare però che un drago possa passare inosservato al centro della piazza più importante della città?

Lui è Lindwurm, il simbolo di Klagenfurt.

Il Lindwurm di Klagenfurt

Altra inquadratura sul Lindwurm di Klagenfurt

Nella letteratura fantastica, Lindwurm è una creatura leggendaria. Oltre che in Germania, è noto anche in Inghilterra e nei Paesi Scandinavi, dove si chiama rispettivamente Lindworm e Linnorm. Non è un drago come gli altri, il suo corpo assomiglia infatti più a quello di un serpente, anche se non rinuncia alle ali.

Posizionato davanti al Lindwurm c’è l’Ercole che l’ha sconfitto. Alle spalle della fontana, invece, il Rathaus.

Una curiosità: il blocco di pietra su cui è stato ricavato il Lindwurm arriva direttamente dal monte Kreuzbergl, ribattezzata la montagna di casa dagli abitanti della città.

Mercatini di Natale a Klagenfurt

La piazza nuova non è l’unica a ospitare i mercatini dell’Avvento, al contrario di quelli organizzati per San Silvestro, presenti soltanto nell’area dove riposa il Lindwurm.

Le bancarelle dei mercatini di Natale a Klagenfurt

I mercatini di Natale di Klagenfurt

In totale, ci sono 5 postazioni:

  • Neuer Platz: mercatini di Natale e San Silvestro
  • Domplatz: mercatini di Natale
  • Alter Platz: stand di vin brulé
  • Landhaus: evento nel cortile
  • Wörthersee: Nave dell’Avvento

Per aiutarti a individuare le 5 aree, ti invito a guardare la mappa ufficiale.

Durante la nostra visita, gli unici mercatini presenti erano quelli di San Silvestro. Nulla di trascendentale, carini, non paragonabili però ad altri ben più famosi che si tengono a qualche centinaio di km da qui.

Alter Platz

Ci dirigiamo ora in direzione di Alter Platz, il cuore del centro storico di Klagenfurt. Più che una piazza, è un corso lungo e stretto, dominato dai negozi di moda, per la gioia delle shopping addicted. C’è anche però il vecchio municipio, Altes Rathaus.

Alter Platz a Klagenfurt

Altes Rathaus, il vecchio municipio di Klagenfurt

Il centro di Klagenfurt

Qui lo shopping si confonde con il cibo, in un connubio essenziale tra moda e cafè. Se nel frattempo ti è venuta fame e non puoi contare sui mercatini, Alter Platz rappresenta la tua ancora di salvezza. Magari a pancia piena puoi dedicarti poi agli acquisti.

Twin Town Mosaic

Se stai arrivando dalla nuova piazza, camminando lungo Kramergasse, ti imbatti prima nel Twin Town Mosaic e pochi metri più avanti nel Wörthersee Mandl. Il primo è un mosaico che vive sulla strada, dove compare di nuovo il Lindwurm. Il Wörthersee Mandl è invece una piccola statua raffigurante uno gnomo con una botte, che secondo la leggenda avrebbe fatto nascere il Wörthersee.

Il Twin Town Mosaic a Klagenfurt

Giunti alla fine del corso, torniamo indietro, verso i mercatini, con poche idee su come e soprattutto dove proseguire la visita alla città.

Ci sediamo su una panchina, con in mano la cartina della città per pianificare cosa vedere nell’ora successiva, l’ultima rimastaci a disposizione prima di andare al Wörthersee e fare rientro a Villach. Tutto ci aspettavamo, meno che una conversazione con un’arzilla signora determinata ad aiutarci.

Non chiedermi come abbia fatto a capire che eravamo smarriti. Forse il mio mitico zaino Invicta potrebbe avere delle responsabilità.

Landhaus

Su suggerimento della signora, ci incamminiamo verso il Landhaus, la sede del parlamento regionale. Quando prima eravamo a Neuer Platz non l’avevamo visto (si trova a due passi), forse perché distratti dai mercatini e dalla fontana del drago. L’edificio è molto bello visto da fuori, ma anche all’interno merita.

L’eleganza esterna si conserva intatta dentro il cortile, per l’occasione abbellito da un albero posizionato al centro.

Fin qui, la nostra personale guida turistica incontrata per caso si è rivelata preziosa. Avrà confermato il suo ascendente positivo anche per la seconda attrazione consigliataci?

Cattedrale di Klagenfurt

Il Duomo è intitolato ai Santi Pietro e Paolo. E sì, ci è piaciuto molto. Non farti influenzare dalla facciata, che può lasciarti un’impressione di perenne anonimato se confrontata con le altre chiese.

Il duomo di Klagenfurt

Appena entri dentro, ti assicuro che cambierai idea nel giro di pochi secondi.

La cattedrale di Klagenfurt

Dentro la cattedrale di Klagenfurt

Non è semplice individuare la Cattedrale, sia per la facciata praticamente identica alle altre che per l’assenza di cartelli indicanti il percorso per raggiungerla.

Si trova alla fine di Domgasse, a meno di 5 minuti a piedi dalla piazza centrale.

Voto 10 alla signora incontrata poco prima in centro mentre riflettevamo sul da farsi. La candido volentieri a guida turistica della città per gli italiani. Vuoi vedere che in realtà è stata la sua professione in passato?

Wörthersee

Ci lasciamo Klagenfurt alle spalle e inseriamo nel navigatore la destinazione Wörthersee, il più grande lago della Carinzia. Gli altri due laghi qui vicino, Faaker See e Ossiacher See, erano stati per noi una mezza delusione, anche per questo motivo non nutriamo grandi aspettative.

La nostra opinione negativa non cambia.

Parcheggiamo l’auto nel piccolo centro abitato di Velden. A differenza degli altri due laghi, almeno stavolta c’è un lungolago dove poter passeggiare, anche se l’itinerario completo (oltre 15 km) non è forse il più adatto per chi si sposta a piedi.

Il Worther See

Il panorama intorno ricalca quello già visto nei precedenti due laghi: uno specchio d’acqua immenso e nessun guizzo della natura che ci stupisca in positivo.

Ti stai domandando il motivo per cui l’ho inserito nella lista delle cose da fare a Klagenfurt?

Le variabili per cui inserisco un luogo anziché un altro sono diverse. Ci può essere un’attrazione che mi colpisce in maniera particolare, un’altra invece che anche se non mi è piaciuta la racconto ugualmente, perché ha fatto comunque parte del viaggio. Wörthersee rientra tra queste.

Devo anche riconoscere che in estate i laghi carinziani possono magari fare un effetto diverso (parlo a impatto visivo), anche se rimangono le criticità già evidenziate nel precedente contributo su Villach: manca un vero lungolago, l’onnipresenza di strutture ricettive che impediscono alle persone di camminare o soltanto avvicinarsi al lago (biciclette incluse).

Se in futuro avrò occasione di tornarci ti farò sicuramente sapere se cambierò idea o meno, anche se ti confesso che nutro delle forti perplessità su quest’ultimo punto.

Dove mangiare a Klagenfurt

Nel capoluogo della Carinzia i locali dove sedersi per mangiare di certo non mancano. Noi siamo andati via prima di pranzo, posso però darti qualche suggerimento se stai cercando un posto dove pranzare o cenare vicino a Neuer Platz.

Ristoranti italiani a Klagenfurt:

Osteria Veneta e Trattoria Siciliana fanno ad angolo con Burggasse, la via che poi sfocia nella piazza principale. Ciao Ciao City si trova lungo Bahnhofstraße, una perpendicolare di Burggasse. Infine, l’Osteria dal Conte è nella via che collega Neuer Platz con Alter Platz.

Dove dormire a Klagenfurt

Se scegli di soggiornare qui uno o più giorni, indipendentemente dal tuo mezzo di trasporto, ti consiglio di alloggiare in uno degli hotel o b&b presenti nel centro. Le cose più importanti da vedere sono infatti raccolte tra Neuer e Alter Platz, punti di riferimento anche per negozi dove far shopping e bar/ristoranti.

Tieni presente che il lago e il Minimundus, un parco allestito con i più belli edifici del mondo in miniatura, si raggiungono agevolmente a piedi dal centro con una passeggiata di circa 30 minuti. Secondo me ha poco senso anche alloggiare vicino alla stazione ferroviaria se arrivi in treno, dal momento che la distanza a piedi dal centro è inferiore ai 10 minuti.

Conclusioni

Questa è la mia lista sulle 10 cose da fare a Klagenfurt. Hai qualche idea per ampliarla? Per qualsiasi domanda, lascia pure un commento qui sotto.