Un assaggio d’Austria pochi chilometri dopo il confine con l’Italia. Villach è, insieme a Klagenfurt, uno dei principali centri abitati della Carinzia, la regione austriaca che si estende lungo le Alpi orientali.

Famosa per la chiesa di St. Jakob e i Mercatini di Natale, Villach (o Villaco, in italiano) riesce a prendere i visitatori anche per la gola. Colpa delle konditorei, le tradizionali pasticcerie tedesche dove puoi comprare veramente di tutto.

Nella mia guida trovi anche dei consigli su cosa fare a Villach con i bambini, in particolare se hai programmato il viaggio per il periodo delle festività natalizie, durante cui la città regala numerose attrattive per i più piccoli.

Se hai intenzione di trascorrere almeno una notte nella città della Carinzia, posso inoltre suggerirti l’hotel dove abbiamo pernottato noi per Capodanno, oltre al ristorante. La nostra visita effettiva è durata un giorno, se consideri che siamo arrivati il 30, quando era già pomeriggio, per poi fare il check out la mattina del primo dell’anno.

Ti darò infine alcune idee su cosa vedere nei dintorni di Villach, indicandoti gli stessi luoghi che abbiamo visitato durante il nostro breve soggiorno e fornendoti dei consigli utili su come ottimizzare i tempi per riuscire a vedere tutto.

Bene, non mi resta che raccontarti le 7 cose da fare e vedere durante in un giorno pieno a Villach.

Cosa fare e vedere a Villach

1. Chiesa di St. Jakob

Prima che la visitassi, di Villach conoscevo soltanto il profilo della chiesa e le tradizionali casette in legno dei Mercatini natalizi. I primi minuti non hanno fatto altro che confermare le mie reminiscenze sulla città, dovute più che altro a foto viste su Instagram e dintorni.

Situata in pieno centro, la chiesa è riconoscibilissima per via della sua altezza (93.87 m), che la pone in cima alla classifica dei campanili più alti di tutta la Carinzia.

Dirti come raggiungerla è inutile, ti assicuro che non avrai difficoltà a trovarla, a maggior ragione se vai in occasione delle festività di fine anno, quando l’intero campanile viene ricoperto da una fitta rete di luci.

Il duomo di St. Jakob a Villach illuminato

Guardando queste foto potresti mai dire che non la trovi? Io un’idea me la sono già fatta, aspetto ora di sapere cosa ne pensi tu. La pensiamo allo stesso modo, vero?

Il suo carattere magnetico si manifesta anche stando sul ponte sotto il quale scorre la Drava, il fiume che attraversa Villach. Anche volendo, non si può fare a meno di togliere lo sguardo dal campanile, sia esso illuminato o meno.

Ponte sul fiume Drava nel centro di Villach

Da maggio a ottobre puoi salire i 239 scalini che conducono fino all’appartamento del campanaro, dove si gode di una vista spettacolare sull’intera città. Acquistando la Karnten Card (ricordati di prendere quella valida per l’estate), hai diritto a un ingresso gratuito al giorno. In alternativa devi pagare il prezzo del biglietto.

Orari: 10-16.30 (maggio, giugno, settembre e ottobre) / 10-18.00 (luglio e agosto)

Prezzi: 2,50 € adulti – 1,50 € over 60 – gratis minori di 8 anni

2. Centro di Villach

Il centro storico della città si estende a pochi passi dal duomo ed è molto godibile, sia in estate che in inverno. Merito delle tante iniziative che lo vedono per protagonista nelle due stagioni in cui si registra la maggiore affluenza di turisti.

Durante la stagione estiva, per la precisione il primo sabato di agosto, si tiene la Villacher Kirchtag, la tradizionale sagra di usi e costumi della cittadina della Carinzia. Si tratta del festival più importante di questo genere che si svolge in Austria. Per saperne di più sul programma, ti suggerisco di visitare il sito ufficiale della manifestazione.

In inverno invece, in occasione dell’avvento, il centro si popola di piccole case in legno che vanno a comporre l’idilliaca atmosfera dei mercatini natalizi. Di tanto in tanto fa capolino anche il simpatico trenino, una delle attrazioni preferite da grandi e piccoli.

Centro di Villach durante le festività di fine anno

Le casette in legno natalizie nel centro di Villach

Altro scorcio del centro di Villach a fine anno

Mentre passeggi per il centro, i tuoi occhi cadranno sicuramente sulla facciata bianca dell’Hotel Post, storico edificio della città. Qui puoi soggiornare per una o più notti, provando così l’emozione di alzarti al mattino e affacciarti su Hauptplatz, la piazza principale.

Alle spalle della chiesa parrocchiale si trova il Museum der Stadt, il museo più importante della città. Se vuoi visitarlo, ti informo che il biglietto d’ingresso ha un costo pari a 5 euro. Entri invece gratis acquistando la Karnten Card. Il museo è aperto dal 2 maggio al 31 ottobre, dalle 10 alle 16.30 (da martedì a domenica, lunedì chiuso).

3. Mercatini di Natale a Villach

Nel periodo dell’avvento, che da queste parti prende il nome di Villacher Advent, il centro storico veste il caratteristico abito di Natale. Le casette di legno scorrono in fila l’una accanto a l’altra, illuminando l’intera Hauptplatz. Tra vin brulé e caldarroste, hai la possibilità di assaporare un’autentica atmosfera natalizia.

Alcuni abitanti di Villach intenti a preparare pietanze tipiche delle festività di fine anno

Se ti stai chiedendo cosa fare a Villach la sera, le piccole case simbolo dell’avvento sono un indizio importante. Qui infatti puoi fermarti per una o due ore, ordinando alcuni prodotti tipici dell’enogastronomia locale, tra cui il mosto caldo.

In genere, i mercatini dell’avvento vengono inaugurati a metà novembre e rimangono allestiti fino alla vigilia di Natale. Non è detto però che andando dopo il 25 dicembre tu non li possa trovare. Noi ad esempio siamo stati qui per Capodanno e c’erano ancora.

Ti segnalo che la piazza principale non è l’unica zona della città a ospitare i mercatini. Le altre due aree sono di fronte al duomo e nel parco vicino al Parkhotel, un centro congressi non lontano da Hauptplatz. Le bancarelle dei primi vendono articoli tipici delle feste natalizie, quelle dei secondi invece manufatti realizzati da artigiani locali.

Per conoscere le date e gli orari sempre aggiornati dei mercatini ti suggerisco di visitare il sito ufficiale Villacher Advent.

4. Trenino, pista da ghiaccio e renne

Ricordi quando nell’introduzione ti ho anticipato che avrei parlato anche di cosa fare a Villach con i bambini? Ecco, il momento è finalmente arrivato. Ti dico subito che non ho figli, ma quando vedi queste foto pensi la stessa cosa che penso io?

Il treno di Villach nelle festività di fine anno

A bordo del trenino turistico di Villach

Alcuni pupazzi nel centro di Villach a fine anno

Non dico che sia obbligatorio, credo però che non puoi tirarti indietro se il tuo piccolo ti chiede di poter salire a bordo del piccolo treno che compie il giro intorno alla città. Ovviamente è un’esperienza aperta a tutti, che dura poco meno di 10 minuti (anche se nel foglio informativo vengono riportati 15 minuti), al prezzo di 3 euro.

Inoltre, in occasione del periodo dell’avvento, il piazzale del municipio ospita una grande pista da ghiaccio, presa d’assalto dai più piccoli. Quando siamo andati noi c’era allestito anche un palco, dove si esibivano alcune cantanti locali. Scommetto quello che vuoi, sono sicuro che vorrà pattinare insieme agli altri bambini.

La pista di pattinaggio sul ghiaccio a Villach

Last, but not least…la slitta con le renne illuminata! Posizionata alla fine della piazza, a 30-40 metri dalla pista da ghiaccio, è un’attrazione realizzata appositamente per le festività del mese di dicembre.

Le renne illuminate poco fuori il corso principale del centro di Villach

Puoi salire anche tu sulla slitta e scattare così un selfie ricordo insieme ai tuoi bambini. Potrebbe esserci la fila, chiedi dunque ai piccoli di pazientare per poco.

5. Dove mangiare a Villach

Che sia estate o inverno non fa differenza, devi assolutamente entrare in una delle konditorei (pasticcerie) presenti nel cuore della città. Sì, hai letto bene, non è un consiglio quello che ti sto dando ma un obbligo. A parte gli scherzi, la pasticceria austriaca è davvero un’istituzione, uno di quei luoghi che ti rapisce al primo sguardo, fin dalla vetrina.

Una Konditorei in centro a Villach

La vetrina di una Konditorei in centro a Villach

Noi siamo stati all’interno della Konditorei Rainer, situata di fronte alla chiesa parrocchiale. Abbiamo ordinato una cioccolata calda e un invitante pezzo di torta, avendo a disposizione un’ampia scelta. Quella che vedi nella foto è la torta Mozart, su cui è ricaduta la mia scelta. E no, non mi sono pentito nella maniera più assoluta.

Una cioccolata calda dentro una konditorei a Villach

Passiamo ora alla cena.

Faccio subito una premessa: il ristorante che ti sto per consigliare è quello dove abbiamo mangiato per Capodanno. Mi sento di suggerirtelo non solo per la qualità del cibo ma anche per i piatti abbondanti e il prezzo di certo non esorbitante.

Il menù del ristorante Fruhmann

Il ristorante si chiama Fruhmann e si trova a circa 10 minuti d’auto dal centro. Io ho preso un antipasto (diviso in quattro persone anche se nel menu c’era scritto che era per due), i ravioli carinziani per primo e per secondo il frankfurter (due salsicce sopra un piatto di patatine fritte) più acqua (sono astemio) spendendo meno di 20 euro. A questo link trovi il sito.

6. Dove dormire a Villach

Per le ultime due notti dell’anno abbiamo soggiornato all’hotel Kasino, struttura ricettiva a 3 stelle a meno di 5 minuti a piedi dalla piazza principale. Mi sono trovato bene e penso di non farti un torto se te le consiglio per il tuo soggiorno.

La posizione è ottima, essendo l’hotel in pieno centro. A disposizione c’è anche un parcheggio privato, a cui accedi tramite un gettone che ti viene dato alla reception al momento del check-in.

Tra i servizi offerti ti segnalo anche la connessione Wi-Fi gratuita e la colazione a buffet (se la acquisti a parte ha un costo di 7 euro). Il personale parla in italiano, magari non in maniera eccezionale ma comunque ti capiscono nel caso tu sia a digiuno di inglese e tedesco.

Nulla da dire sulle camere. La nostra aveva letti singoli (cosa non si fa per risparmiare), volendo però puoi scegliere una camera con letto matrimoniale. Tutte le stanze sono dotate di televisore satellitare e bagno privato con WC e doccia.

Il bagno della stanza prenotata all'Hotel Kasino a Villach

Queste sono alcune foto che abbiamo scattato all’interno della camera. Nulla di eccezionale, chiaro, ma è pur sempre un hotel a 3 stelle e soprattutto un albergo che consente di risparmiare.

Infatti, per due notti non qualsiasi (30 e 31 dicembre) abbiamo speso in totale 170 euro, cioè 85 euro a notte (prezzo da dividere in 2 se viaggi in coppia). Per la posizione e i servizi penso sia una delle soluzioni migliori. Tu cosa ne pensi?

7. Dintorni

Volendo, puoi visitare Villach in mezza giornata. Oltre al centro storico e il duomo infatti, non ci sono molte altre cose da vedere. Questo non significa però che il soggiorno nella località della Carinzia debba terminare dopo appena una o due ore di visita alla città. Devo ancora parlarti infatti dei dintorni!

A pochi chilometri ci sono tre famosi laghi. Quello più vicino è Faaker See, che si trova a sud. Poco più distante, a nord, c’è il lago Ossiacher See. Il più lontano dei tre, ma allo stesso tempo anche il più godibile, è il Worther See, a breve distanza da Klagenfurt, capoluogo della Carinzia.

Il Faaker See

Il Worther See

Per vederli tutti e tre in metà giornata ti consiglio di partire al mattino e di iniziare con Worther See, unendolo magari alla visita della cittadina più importante della regione. Dirigiti quindi verso il Faaker See, per poi completare il percorso con Ossiacher See.

Nessuno dei tre laghi ti ruberà più di 30 minuti ciascuno. Tieni conto che ad attenderti non troverai un lungolago come ne esistono tanti ma soltanto un’infinita distesa d’acqua, attorno alla quale sono sorti nel corso degli anni alberghi e campeggi. L’eccezione è rappresentata dal Worther See, che puoi ammirare parcheggiando l’auto nella graziosa cittadina di Velden.

Per Faaker See e Ossiacher See ti suggerisco invece di non seguire le indicazioni stradali di Google Maps ma di dirigerti presso i paesi rispettivamente di Drobollach e Ossiach. Qui puoi parcheggiare l’auto e avvicinarti ai due laghi senza avere tra i piedi campeggi, parchi divertimento, ristoranti e hotel.

Conclusioni

Quali delle 7 cose da fare a Villach ti sono piaciute di più? Lascia pure un commento con la tua preferenza o se mi vuoi chiedere qualcosa sul nostro soggiorno.