Questa è una guida completa su cosa vedere a Narni e nei suoi dintorni.

Ti aiuterò a pianificare il tuo viaggio di uno o più giorni nell’antica Narnia, in Umbria, in modo da non perdere nessuno dei principali luoghi d’interesse.

Troverai anche i biglietti per Narni Sotterranea e gli orari di apertura aggiornati di ogni singola attrazione a pagamento, così da organizzarti sia per quanto riguarda il budget da spendere che a livello di tempistiche.

Iniziamo!

chiara che passeggia nel centro di narni
Chiara mentre passeggia nel centro di Narni

1) Narni Sotterranea

Visitare Narni senza esplorare la Narni Sotterranea, una fitta rete di cunicoli che risale a più di 2.000 anni fa e scoperta soltanto dal 1977, è come andare a Roma e non vedere il Colosseo (banale, lo so, ma forse rende bene il concetto). Per distacco, infatti, è il luogo di maggiore interesse di tutto il borgo medievale umbro, che lo rende per certi versi simile a Orvieto e la sua città sotterranea: te ne parlo meglio nell’approfondimento su cosa vedere a Orvieto.

La visita è a pagamento – trovi i biglietti online su questa pagina – e si svolge in gruppi da circa 15-20 persone.

Insieme a te ci sarà una guida locale (a me e Chiara è capitata una delle speleologhe che per prima scoprì questo luogo incredibile), pronta a svelarti ogni segreto sulle grotte (in una di queste vi era perfino una sede del Tribunale dell’inquisizione!) e l’avvincente storia del “nonnetto” e dei “giardini di Rosita”.

L’unico difetto? Non poter scattare foto, su espressa richiesta della guida. Ti condivido allora un video, grazie al quale puoi farti già un’idea su cosa ti attende nel giorno della tua visita (all’inizio c’è anche la foto del “nonnetto”!).

Informazioni pratiche – Narni Sotterranea

Prezzi dei biglietti
9,00€ intero
6,00€ dai 7 agli 11 anni
gratis dai 0 ai 6 anni

orari di apertura
dal 1° ottobre al 31 marzo: sabato domenica e festivi dalle 11:00 alle 16:00
dal 1° aprile al 15 giugno: sabato dalle 11:30 alle 17:30, domenica e festivi dalle 10:00 alle 17:30
dal 16 giugno al 30 settembre: sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle 17:30, nei giorni feriali alle 11:00 – 11:30 – 12:00 e alle 15:00 – 15:30 e 16:00.

2) I Giardini di San Bernardo (vista panoramica)

Al termine della visita di Narni Sotterranea (dura circa 1 ora e 15 minuti), rilassati per un altro paio di minuti nei Giardini di San Bernardo, da dove puoi godere di un’imponente vista panoramica sulla valle del Nera.

Sempre da qui puoi anche ammirare la famosa Abbazia di San Cassiano, una delle più belle cose da vedere nei dintorni di Narni.

vista panoramica dai giardini di san bernardo
Vista panoramica sulla Valle del Nera dai Giardini di San Bernardo (in lontananza l’Abbazia di San Cassiano)

3) Palazzo Eroli (sede del Museo della Città e del Territorio)

Risali ora le scale che dai Giardini di San Bernardo ti riportano nel centro del borgo umbro.

Prossima tappa Palazzo Eroli, sede del Museo della Città e del Territorio, conosciuto anche come Museo Eroli.

Ti consiglio la visita soprattutto se hai la passione per l’arte (al secondo piano è ospitata un’interessante pinacoteca) e vuoi conoscere a fondo la storia della città, grazie ai reperti e utensili conservati nella sezione archeologica del primo piano.

Informazioni pratiche – Palazzo Eroli

prezzi dei biglietti
14,00€ Narnia Pass (ingressi inclusi Palazzo Eroli, Rocca Albornoz, Museo Multimedievale, Teatro Manini e Beata Lucia)
6,00€ intero
4,00€ dai 12 ai 18 anni
gratis dai 0 agli 11 anni

orari di apertura
da aprile a ottobre: da martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00
da novembre a marzo: da martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00

4) La Chiesa di San Francesco

Subito dopo Palazzo Eroli arriverai di fronte alla Chiesa di San Francesco, costruita dai narnesi – così si chiamano gli abitanti di Narni – per ricordare Francesco d’Assisi e la sua breve permanenza in città, durante la quale fece numerosi miracoli. L’ingresso è gratuito.

chiesa di san francesco
La Chiesa di San Francesco

5. Via del Campanile (vicolo più fotografato)

Dopo la veloce visita alla Chiesa di San Francesco, prosegui ancora avanti in direzione della Cattedrale. Prima però non perdere Via del Campanile, uno dei vicoli più belli e fotografati di tutta l’Umbria. Lo trovi nei pressi del Duomo e ti lascerà senza parole!

via del campanile

6. La Cattedrale di San Giovenale (Duomo di Narni)

Un altro luogo che ti lascerà senza fiato è la Cattedrale di San Giovenale. Dedicata al primo vescovo della città, oggi figura nella lista dei capolavori del barocco in Italia.

La cappella della Beata Lucia, la cripta e l’altare maggiore sono i luoghi che ti invito a scoprire una volta che sarai dentro il Duomo: da soli valgono l’intera visita alla chiesa (gratuita!).

cattedrale narni
La Cattedrale di Narni (foto di Croberto)

7. Piazza Garibaldi (la piazza principale)

Il lato destro della Cattedrale si affaccia su Piazza Garibaldi, la piazza principale di Narni.

Grazie alla sua posizione strategica, puoi prenderla come punto di riferimento per iniziare (e proseguire) la visita alla città.

È qui infatti che l’ascensore ti condurrà dopo aver lasciato l’auto al parcheggio del Suffragio (te ne parlo meglio nel capitolo dedicato); ed è sempre da qui che puoi decidere se proseguire la visita in direzione della Rocca Albornoz o tornare alla macchina.

piazza garibaldi

8. La Rocca Albornoz

Se hai scelto di dedicare alla visita di Narni un’intera giornata, allora hai tutto il tempo per raggiungere a piedi la Rocca Albornoz, il castello che sovrasta la piccola cittadina dell’Umbria.

Da Piazza Garibaldi imbocca via XX Settembre, da qui sali poi per via del Monte, fino a raggiungere la fortezza. Considerando che la strada è in salita, metti in conto circa un quarto d’ora per arrivare a destinazione.

Perché dovresti visitarla? Perché è uno dei simboli della città, oltre a essere la principale testimonianza storica insieme a Palazzo Eroli.

Se hai invece la necessità di risparmiare, puoi ugualmente raggiungere la Rocca e vederla da fuori, senza però entrarci.

Prima di proseguire solo una curiosità: non molto distante da qui c’è un’altra Rocca Albornoz, forse ancora più famosa. Te ne parlo meglio nella mia guida su cosa vedere a Spoleto.

Informazioni pratiche | Rocca di Narni

prezzi dei biglietti
14,00€ Narnia Pass (ingressi inclusi Palazzo Eroli, Rocca Albornoz, Museo Multimedievale, Teatro Manini e Beata Lucia)
8,00€ intero
4,00€ dai 12 ai 18 anni
gratis minori di 12 anni

orari di apertura
da aprile a ottobre: dal martedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 19:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 19:00
da novembre a marzo: lunedì e venerdì dalle 10:00 alle 13:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 17:00

9. Il Ponte di Augusto (meraviglia dell’Antica Roma)

Resterai a Narni uno o due giorni? Allora puoi aggiungere altre cose da vedere al tuo itinerario. La prima è il Ponte di Augusto, appena fuori le mura della città.

Si chiama così in onore del primo imperatore di Roma Augusto, essendo stato costruito sotto il suo impero.

Per riuscire a vederlo, dirigiti con la macchina in via Tre Ponti, dove ha inizio la ciclo-pedonale delle Gole del Nera.

ponte di augusto
Il Ponte di Augusto e il parcheggio per le auto (foto di Simona Riso)

10. Stifone (borgo sul fiume Nera)

Se percorri in bici o a piedi la ciclo-pedonale delle Gole del Nera (una delle migliori esperienze che puoi fare se soggiorni a Narni e dintorni per più giorni), dopo circa 5 km raggiungerai Stifone, un incantevole borgo affacciato sul fiume Nera non lontano dalle spettacolari Cascate delle Marmore.

È famoso soprattutto per lo splendido colore che in questo punto il fiume Nera assume, regalando nelle belle giornate di sole uno spettacolo naturale da non perdere. Te ne parlo meglio nell’articolo dedicato alla visita di Stifone.

gole del nera vicino a stifone
Il borgo di Stifone e il meraviglioso colore dell’acqua

11. L’Abbazia di San Cassiano

Sempre nei dintorni di Narni merita una visita l’Abbazia di San Cassiano, la stessa ammirata dal balcone panoramico dei Giardini di San Bernardo. A maggior ragione se subisci il fascino degli edifici religiosi antichi.

Per raggiungere l’abbazia benedettina del X secolo hai due opzioni: in auto (trovi le indicazioni all’altezza di Narni Scalo) oppure con un trekking a piedi in mezzo al bosco che parte dal Ponte di Augusto.

Importante: attualmente l’Abbazia di San Cassiano è chiusa.

abbazia di san cassiano
L’Abbazia di San Cassiano vista dai Giardini di San Bernardo

12. Il Ponte Cardona (il Centro Geografico d’Italia)

Al tuo itinerario di viaggio puoi aggiungere anche il Ponte Cardona, il quarto e ultimo ponte dell’Acquedotto Romano della Formina, complesso di trafori, ponti e cunicoli che collega Sant’Urbano a Narni.

Perché visitarlo? Perché si trova a due passi dal Centro Geografico d’Italia (!): quando mai ti ricapita un’occasione del genere?

Puoi raggiungere il Ponte Cardona a piedi tramite un sentiero facile di circa 1 km che parte dal Parcheggio Centro Geografico d’Italia, a pochi km da Narni.

ponte greografico d'italia
Il Centro Geografico d’Italia nei pressi del Ponte Cardona (foto di Valeria Criscuolo)

13. Il Convento del Sacro Speco di San Francesco

Se hai in programma un viaggio di più giorni, un’altra tappa importante da inserire alla tua vacanza è il Convento del Sacro Speco di San Francesco, distante circa 15 km dal centro di Narni.

Conosciuto all’inizio come Eremo di Sant’Urbano, la sua storia cambiò per sempre quando Francesco insieme ai suoi fratelli giunse qui per meditare e pregare in una delle sue grotte (da qui il nome speco). Oggi è uno dei santuari più importanti d’Italia.

Il convento è raggiungibile attraverso un percorso in auto abbastanza tortuoso: poco prima di arrivare, puoi lasciare l’auto al Parcheggio del Sacro Speco di San Francesco.

Dove parcheggiare a Narni

Per visitare il centro di Narni lascia l’auto al parcheggio del Suffragio, area di sosta gratuita per auto e camper. Da qui partono gli ascensori che conducono in Piazza Garibaldi, da dove puoi iniziare il tuo itinerario alla scoperta del borgo umbro.

Importante: i posti per i camper sono pochi, 4-5 al massimo.

Conclusioni

La mia guida termina qui. Se hai un dubbio o una domanda lascia pure un commento qui sotto, ti risponderò il prima possibile.

Nella stessa giornata, oltre alle località già citate nell’articolo come le Cascate delle Marmore e Stifone, potresti dedicarti alla visita del borgo di Scheggino e a quella del vicino borgo di Vallo di Nera, magari con una tappa aggiuntiva anche alle coloratissime Fonti del Clitunno.

Se invece ti fermi per più di un giorno, hai tempo di visitare anche la città medievale di Bevagna, in Umbria, e quella di Sutri, nella Tuscia Viterbese.

Per integrare quanto già riportato in questo articolo, ti consiglio di consultare turismonarni.it, il sito ufficiale di Turismo Narni. Un altro sito che ti suggerisco di visitare è archeoares.it, in particolare se intendi acquistare il Narnia Pass.


✈︎ Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram

Per mantenere Viaggi e Ritratti un blog gratuito, è possibile che riceva delle commissioni se acquisti un prodotto da uno dei link presenti nel testo (Disclaimer). Il prezzo non subisce variazioni per te. Grazie per il tuo supporto - Federico e Chiara.