Un tuffo al cuore, tanti gradini e un balcone speciale. Il nostro ricordo della Cascata delle Marmore può essere sintetizzato così, se vogliamo riassumere in tre concetti ciò che è stata per noi l’escursione alla spettacolare cascata. Si trova a pochi chilometri dalla città di Terni, all’interno del Parco fluviale del Nera, in Umbria. La Valnerina fa da splendida cornice naturale a una delle attrazioni più conosciute di tutta la regione.

Abbiamo visitato la Cascata delle Marmore a Pasqua, approfittando del bel tempo e di un clima benevolo, con temperature superiori ai 20 gradi nell’ultima settimana di aprile. Non dovrei dirlo, ma lo dico lo stesso: prima di arrivare a destinazione, ci siamo persi un paio di volte. Guardiamo comunque il lato positivo, ora sappiamo darti le indicazioni stradali precise per raggiungere la cascata senza farti sbagliare.

Di seguito parleremo della visita alla Cascata delle Marmore, dando una risposta a tutte le domande che potresti porti prima, durante e dopo la gita. Ci baseremo sulla nostra esperienza personale, arricchendo la guida con le foto scattate da Chiara quel giorno.

💡 Per visitare la Cascata delle Marmore non occorre esibire il Green Pass.

Indice

Cascata delle Marmore: orari 2022 per apertura parco e rilascio acqua

Gli orari di apertura della Cascata delle Marmore e del rilascio dell’acqua per tutto il 2022:

Gennaio

APERTURA PARCO
Dall’1 al 7 e tutti i sabato e domenica: dalle 11:00 alle 16:00

RILASCIO ACQUA
Tutti i sabato e domenica: dalle 12:00 alle 13:00 dalle 14:00 alle 15:00.

Febbraio

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 16:00
Sabato, domenica e 14 febbraio: dalle 11:00 alle 16:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: nessun rilascio
Sabato, domenica e 14 febbraio: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 15:00

Marzo

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 16:30
Sabato e domenica: dalle 10:30 alle 17:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 16:00
Sabato e domenica: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 16:00

Aprile

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:30 alle 17:30
Sabato e domenica: dalle 10:00 alle 19:00
Pasqua, Pasquetta e 25 aprile: dalle 9:00 alle 19:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 16:00
Sabato e domenica: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00
Pasqua, Pasquetta e 25 aprile: dalle 10:00 alle 18:00

Maggio

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:00 alle 18:00
Sabato: dalle 9:30 alle 20:00
Domenica: dalle 9:00 alle 19:00
Primo maggio: dalle 9:00 alle 20:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00
Sabato: dalle 11:00 alle 19:00
Domenica: dalle 11:00 alle 18:00
Primo Maggio: dalle 10:00 alle 18:00

Giugno

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:00 alle 19:00
Sabato e domenica: dalle 9:30 alle 22:30
2 giugno: dalle 9:00 alle 20:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00
Sabato e domenica: dalle 11:00 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 22:00
2 giugno: dalle 10:00 alle 19:00

Luglio

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:00 alle 20:00
Sabato e domenica: dalle 9:00 alle 22:30

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
Sabato e domenica: dalle 10:00 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 22:00

Agosto

APERTURA PARCO
Giorni feriali dall’1 al 7 e dal 20 al 31 agosto: dalle 9:30 alle 22:30
Giorni feriali dall’8 al 12 e dal 16 al 19 agosto: dalle 9:00 alle 22:30
Sabato e domenica: dalle 8:30 alle 22:30
15 agosto: dalle 8:30 alle 22:30

RILASCIO ACQUA
Giorni feriali dall’1 al 7 e dal 20 al 31 agosto: dalle 11:00 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 22
Giorni feriali dall’8 al 12 e dal 16 al 19 agosto: dalle 10:00 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 22:00
Sabato e domenica: dalle 11:00 alle 19:00 e dalle 21:00 alle 22:00
15 agosto: dalle 10:00 alle 22:00

Settembre

APERTURA PARCO DALL’1 ALL’11 SETTEMBRE
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:00 alle 18:00
Sabato: dalle 10:00 alle 21:30
Domenica: dalle 10:00 alle 19:00

APERTURA PARCO DAL 12 AL 30 SETTEMBRE
Dal lunedì al venerdì: dalle 10:00 alle 17:00
Sabato: dalle 10:00 alle 21:30
Domenica: dalle 10:00 alle 19:00

RILASCIO ACQUA DALL’1 ALL’11 SETTEMBRE
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 16:00
Sabato: dalle 11:00 alle 13:00, dalle 15:00 alle 18:00 e dalle 20:00 alle 21:00
Domenica: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

RILASCIO ACQUA DAL 12 AL 30 SETTEMBRE
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 16:00
Sabato: dalle 11:00 alle 13:00, dalle 15:00 alle 18:00 e dalle 20:00 alle 21:00
Domenica: dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

Ottobre

APERTURA PARCO
Tutti i giorni: dalle 11:00 alle 17:00

RILASCIO ACQUA
Tutti i giorni: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 16:00

Novembre

APERTURA PARCO
Dal lunedì al venerdì: dalle 11:00 alle 16:00
Sabato e domenica: dalle 11:00 alle 17:00
1° novembre: dalle 10:00 alle 17:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: nessun rilascio
Sabato e domenica: dalle 15:00 alle 16:00
1° novembre: dalle 11:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 16:00

Dicembre

APERTURA PARCO
Tutti i giorni: dalle 11:00 alle 16:00

RILASCIO ACQUA
Dal lunedì al venerdì: nessun rilascio
Giorni feriali dal 27 al 31 dicembre: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 15:00
Sabato, domenica e festivi: dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 15:00

Quanto costa il biglietto per le cascate delle Marmore

Il biglietto intero per l’ingresso alla Cascata delle Marmore costa 10,00 euro, quello per gli over 70 8,00 euro, invece il biglietto ridotto per i bambini dai 5 ai 9 anni ammonta a 7,00 euro. I bambini dai 0 ai 4 anni entrano gratis.

In inverno, nelle giornate senza rilascio acqua, il biglietto d’ingresso intero costa 6,00 euro.

Cosa fare alla Cascata delle Marmore

Una delle prime domande da porci è cosa fare e vedere quando si arriva. La risposta più banale è la seguente: ammirare il salto d’acqua dal Belvedere Inferiore.

La visita, però, non può terminare qui, a pochi metri di distanza dal piazzale Byron, dove si trova l’ingresso principale e la biglietteria. Ecco, dunque, alcuni consigli su cosa fare.

Percorsi

I percorsi della Cascata delle Marmore sono sei in tutto. Il più difficile è il sentiero 1, contrassegnato dal colore rosso nelle mappe presenti dentro il parco. Se non ami percorrere molti gradini in salita o hai delle difficoltà a camminare, te lo sconsigliamo.

Noi siamo arrivati a metà percorso circa, dopo circa 15 minuti di salita continua. Quando entri in un tunnel stretto significa che stai per raggiungere il Balcone degli Innamorati, una piccola terrazza naturale che si affaccia sul primo salto della cascata.

Aggiornamento: per motivi di sicurezza, da agosto 2021 il Balcone degli innamorati è aperto soltanto su prenotazione. Quando arrivi, se vuoi recarti al Balcone degli innamorati, richiedilo in biglietteria.

Importante: se scegli di percorrere il sentiero 1 per vedere il celebre Balcone degli Innamorati, ti consigliamo di avere un abbigliamento adeguato, che significa indossare perlomeno un impermeabile. Infatti, a seconda dell’intensità dell’acqua, la “terrazzina” viene letteralmente investita dal salto della cascata, rendendo impossibile l’avvicinamento e costringendo le persone a restare all’interno del tunnel (noi due compresi).

Ecco l’elenco dei sentieri:

  • Sentiero 1: lunghezza 900 metri, dislivello 150 metri, durata 65 minuti (40 minuti in salita), grado di difficoltà alto
  • Sentiero 2: lunghezza 300 metri, dislivello 40 metri, durata 20 minuti, grado di difficoltà facile
  • Sentiero 3: lunghezza 350 metri, dislivello 15 metri, durata 20 minuti, grado di difficoltà facile
  • Sentiero 4: lunghezza 500 metri, dislivello 75 metri, durata 20 minuti in salita, grado di difficoltà medio
  • Sentiero 5: lunghezza 1.000 metri, dislivello 0, durata 30 minuti, grado di difficoltà facile
  • Sentiero 6: lunghezza 1.000 metri, dislivello 0, durata 30 minuti, grado di difficoltà medio/alto

Percorrerli tutti in un giorno è impossibile, a meno che non si abbia una passione per il trekking tale da realizzare una piccola impresa sportiva. È fondamentale anche raggiungere la cascata all’orario di apertura, così da avere il tempo necessario per riuscirci.

Per conoscere nel dettaglio la descrizione completa dei percorsi, consigliamo di visitare questa pagina (sezione Sentieri) ospitata nel sito del comune di Terni.

Con bambini

La gita alla Cascata delle Marmore con bambini è una soluzione molto gettonata tra le famiglie italiane. Quando siamo andati ne abbiamo visti tanti, a dimostrazione di come la natura sia per loro un richiamo ancora importante.

Considerato il grado di difficoltà facile, i sentieri 2 (Anello della Ninfa) e 3 (L’incontro delle acque) sono quelli che si adattano meglio ai più piccoli. Entrambi iniziano dal Belvedere Inferiore e hanno una durata complessiva di circa 20 minuti.

I sentieri numero 2 e 3 condividono in parte il percorso della Fantapasseggiata (o Fantacascata), una speciale visita animata dedicata ai bambini della durata di un’ora. Ad accompagnarli lungo il sentiero è lo Gnefro, il folletto della cascata. Il costo è pari a 5 euro per bambino, prezzo che va a sommarsi a quello del biglietto d’ingresso.

Importante: al momento la prenotazione online della Fantacascata non è disponibile, dunque la visita guidata va acquistata direttamente presso la biglietteria.

Rafting

Pochi metri più avanti del piazzale Byron ci lasciamo incuriosire da un gommone arancione e da alcuni caschi gialli, segnali inequivocabili della presenza del rafting alla Cascata delle Marmore. Si tratta di un’attività rivolta sia agli adulti che ai bambini, dove l’adrenalina viene esaltata all’ennesima potenza.

La gestione è affidata alla società Rafting Marmore, che ha la propria base presso la località Papigno, frazione della provincia di Terni.

Importante: le attività di rafting per bambini non vengono svolte sotto la cascata (base Papigno) come le altre, ma presso il tratto della base Arrone.

Per la prenotazione:

  • Tratto sotto la cascata: (+39) 330 753420
  • Tratto base Arrone (attività soft): (+39) 366 2045118
  • Sito online

Come vestirsi alla Cascata delle Marmore

Ti stai domandando qual è l’abbigliamento per la Cascata delle Marmore più adatto? In realtà, non esistono regole particolari da seguire, se non quelle del buon senso. Nella maggior parte dei casi è sufficiente vestirsi come quando si va in un luogo dove la natura regna sovrana, al mare o in montagna, in base alla stagione e al tempo di giornata.

Riteniamo però indispensabile avere con sé una mantellina impermeabile, soprattutto in primavera e in autunno, in modo da mantenere i vestiti al riparo dagli schizzi d’acqua. Se scegli di vedere il Balcone degli Innamorati, ti consigliamo di portare un cambio e di indossare scarpe impermeabili per “sfidare” il muro d’acqua del primo salto.

Altri consigli:

  • No occhiali da sole: gli schizzi d’acqua li rendono inutili
  • No gonne o jeans: per facilitare l’ascesa dei gradini
  • Sì tute e felpe: meglio essere comodi
  • No scarpe eleganti o con il tacco: i sentieri sono in terra battuta
  • Sì scarpe da ginnastica o da trekking: le seconde sono consigliate per affrontare i sentieri 1 e 6

Come arrivare alla Cascata delle Marmore

Le indicazioni stradali per raggiungere la Cascata delle Marmore sono di per sé semplice, ma basta poco per sbagliare. Per prima cosa, suggeriamo di impostare nel navigatore come punto di arrivo la località Collestatte Piano, presso piazzale Felice Fatati, dove è presente un ampio parcheggio gratuito. Se usi il telefono, su Google Maps il punto di arrivo è indicato con un generico Belvedere Principale.

Questa la strada che abbiamo fatto noi partendo da Ancona (199 km):

  • A14 fino all’uscita Civitanova Marche
  • Strada statale 77 (Val di Chienti) fino a Foligno
  • Strada statale 3 (Flaminia) verso Spoleto/Roma
  • Uscita Terni Est
  • Uscita Valnerina
  • Indicazioni per Belvedere Inferiore

Ecco, invece, le indicazioni da seguire se si parte da Perugia (92 km):

  • Strada statale 3 bis (Tiberina) fino all’uscita Terni/Rieti/Fano
  • Strada statale 675 (Umbro-Laziale) fino all’uscita Terni Est
  • Uscita Valnerina
  • Indicazioni per Belvedere Inferiore

Infine, riportiamo le indicazioni da Roma (113 km):

  • Via Salaria
  • Svincolo Grande Raccordo Anulare/Nomentana/Firenze/Napoli/L’Aquila/Teramo/Pescara
  • Uscita A1/E31/Firenze
  • Uscita Orte
  • Strada statale 675 (Umbro-Laziale) fino all’uscita Terni Est
  • Uscita Valnerina
  • Indicazioni per Belvedere Inferiore

Dove parcheggiare

Ogni volta che si va in un luogo nuovo ci si domanda dove parcheggiare: la Cascata delle Marmore non fa eccezione in questo. Il parcheggio del Belvedere Inferiore è quello principale, ma non sempre la capienza si rivela sufficiente per ospitare tutte le auto dei visitatori.

Quando noi siamo arrivati a destinazione, l’area di parcheggio era già tutta occupata (calcola che era quasi mezzogiorno). Se dovessi incontrare difficoltà a trovare un posto libero, ti suggeriamo di parcheggiare la macchina lungo la strada principale, all’interno della striscia bianca posta al lato destro della carreggiata accanto alle abitazioni. In queste situazioni, i vigili urbani chiudono un occhio a patto che la macchina non arrechi disturbo (bisogna accertarsi che non invada la striscia bianca di fine carreggiata).

L’area sosta camper è invece posizionata al termine del parcheggio per le auto. Se si è alla ricerca anche dei servizi, occorre seguire le indicazioni stradali che segnalano un’area attrezzata a 3 km dal piazzale del Belvedere Inferiore.

Importante: il parcheggio è gratuito.

Dove mangiare alla Cascata delle Marmore

Trattorie, ristoranti, agriturismi e bar, la scelta per mangiare alla Cascata delle Marmore di certo non manca:

La trattoria I Ribelli di Campagna e il bar Bottega del Turista si trovano al Belvedere Inferiore, mentre la trattoria del Buongusto e il ristorante Bosco del Velino sono situati presso il Belvedere Superiore. Tra i quattro, l’unico locale dentro il parco è il bar Bottega del Turista.

Noi abbiamo scelto di portarci il classico pranzo a sacco da casa, che tradotto significa “panini, panini e pizza”. Se non hai grandi pretese, ti consigliamo di fare altrettanto e mangiare nell’area pic nic a pochi metri dal parcheggio del Belvedere Inferiore o nelle diverse aree verdi all’interno del parco, tra cui il piazzale Byron.

Quando andare alla Cascata delle Marmore

Il periodo migliore per andare alla Cascata delle Marmore è la primavera inoltrata, tra la fine di aprile e tutto il mese di maggio. In estate, nei mesi di giugno, luglio e agosto, le temperature sono elevate e l’afflusso dei turisti è notevole, in particolare durante il weekend.

Altre date/festività da cerchiare in rosso sono:

  • Pasqua
  • Pasquetta
  • Primo maggio
  • Ferragosto

Per assistere a uno spettacolo unico, suggeriamo di organizzare un’escursione anche in inverno, poiché esistono concrete possibilità di vedere la cascata gelata. I mesi da tenere in considerazione sono dicembre, gennaio e febbraio, quando le temperature si abbassano e vanno sotto zero.

Domande frequenti

Le domande più frequenti e le curiosità sulla Cascata delle Marmore. Tra queste potresti trovare la risposta a un eventuale dubbio per cui non hai ancora trovato una soluzione.

L’accesso ai cani è consentito?
Sì, i cani possono entrare a patto che abbiano guinzaglio (lunghezza massima due metri) e museruola (esentati i cuccioli dai 0 ai 6 mesi).

La Cascata delle Marmore è naturale o artificiale?
Artificiale.

Meglio il Belvedere Inferiore o il Belvedere Superiore?
Il Belvedere Inferiore per vedere i salti della cascata e per l’ampio parcheggio.

È la cascata più alta d’Europa?
No, la più alta è Vinnufossen (in Norvegia) con 865 metri d’altezza. La Cascata delle Marmore si ferma a 165 metri.

Quanto tempo bisogna dedicare per la visita?
Mezza giornata.

Cosa vedere nei dintorni

Nelle immediate vicinanze si trova il lago di Piediluco, distante circa 5 km dal Belvedere Superiore. A poco più di 8 km Terni, la “Città degli Innamorati”. Altri luoghi d’interesse che consigliamo di visitare in giornata sono Narni (19 km), la bellissima Spoleto e Todi, considerata una delle città più vivibili al mondo. Ti suggeriamo anche di scoprire il borgo medievale di Scheggino, autentica perla della Valnerina, insieme al paese monumento Vallo di Nera, bandiera arancione del Touring Club Italiano e nella lista de I Borghi più belli d’Italia.


Federico Pisanu

Ciao, mi chiamo Federico Pisanu e ti do il benvenuto sul blog Viaggi e Ritratti. Vivo da un po' nelle Marche, una regione di cui mi sono innamorato in pochissimi giorni. Cosa faccio quando non sono in viaggio? Scrivo, gioco con i miei due gatti e mangio la pizza.

Collaboriamo con