Cembra è stata una bella sorpresa di fine estate. Scelta come base strategica per la nostra vacanza in Trentino, in pochi giorni si è trasformata nel cuore pulsante di un viaggio ricco di emozioni.

Prima ancora di arrivare, siamo rimasti piacevolmente colpiti dai tanti vigneti presenti nella zona. Una cornice naturale non comune rispetto alle altre aree della regione, tratto distintivo che la popolazione della Val di Cembra ha saputo valorizzare al meglio.

Ti racconteremo ora quali sono le 5 cose più belle da fare e vedere a Cembra. Inoltre, ti mostreremo le attrazioni naturali più interessanti nei dintorni, una delle quali è già visibile mentre percorri la strada che conduce al piccolo centro abitato.

La nostra vacanza a Cembra in breve

Giorni 5
Hotel Al Caminetto
Costo 345 euro
Periodo ultima settimana di agosto
Attrazione #1 Piramidi di Segonzano
Esperienza #1 camminare tra i vigneti
Ristorante #1 Al Caminetto
Dintorni #1 Fai della Paganella

Cosa fare e vedere a Cembra

La visita di Cembra intesa in senso classico (centro storico e sue attrazioni) richiede poche ore, mezza giornata al massimo. La parte migliore è offerta dalle persone che ci abitano, il loro inconfondibile saluto e amore per una splendida valle.

A rendere però speciale questo luogo sono anche le attrattive situate nei dintorni, attrici protagoniste modellate dal tempo e dalla natura.

1. Chiesa di San Pietro

L’orgoglio artistico di Cembra. La chiesa di San Pietro è il monumento più importante ospitato dal centro storico della piccola località del Trentino.

Chiesa di San Pietro a Cembra

Al suo interno ospita un ciclo affrescato della vita di Gesù, datato al XVI secolo. Alle spalle dell’altare, invece, è raffigurato il Giudizio Universale, attribuito al pittore Valentino Rovisi (proveniente dalla scuola del veneziano Giambattista Tiepolo).

Le visite all’edificio religioso sono concesse soltanto su prenotazione. Noi siamo stati fortunati perché abbiamo incontrato il signor Alfonso, che da perfetto Cicerone ci ha parlato di ogni angolo del paese fino ad aprirci le porte della chiesa (visita guidata gratuita, prestata in virtù dell’amicizia con il proprietario dell’hotel Al Caminetto).

2. Acquistare una bottiglia di vino alla cantina di Cembra

I richiami a Dioniso (dio del vino per gli antichi greci) tra le vie del centro si sprecano. E non poteva essere altrimenti nel più importante centro vitivinicolo della Val di Cembra.

Cantina di Montagna di Cembra

Lungo il corso principale (sulla destra arrivando da Trento) trovi l’insegna Cembra Cantina di Montagna, la cantina più alta del Trentino. Al suo interno c’è una vasta selezione di vini e spumanti locali in vendita. Ovviamente Chiara non ha resistito 😁

Per approfondire la conoscenza dei vini prodotti nella valle, la cantina di Cembra propone interessanti visite guidate. Se vuoi saperne di più, ti invito a utilizzare i contatti che seguono:

3. Camminare per il centro alla sera

L’attività ideale per trovare la pace dei sensi quando le vacanze estive stanno volgendo al termine. Il centro è piccolo, il giro dura sì e no 30-40 minuti, ma è la tranquillità che si respira metro dopo metro a essere particolare.

A Cembra ti rendi conto che esistono ancora posti dove il contatto con la realtà supera qualsiasi dipendenza da film, social network o eventi nazional-popolare. Il cielo stellato fa il resto.

Le ultime sere abbiamo avuto il piacere e la fortuna di condividere il nostro viaggio insieme a una simpaticissima coppia umbra. A Gianfranco e Antonella (ri)promettiamo che ci vedremo molto presto ad Assisi 😃

4. Ammirare i vigneti

La cartolina istantanea di Cembra, la migliore esperienza immersiva che ti consigliamo di fare. Le nostre foto rendono solo parzialmente l’idea, le sensazioni che si provano riempiono il cuore.

Vigneti di Cembra

Dall’hotel Al Caminetto, oltrepassa la chiesa di San Rocco (quella che suona a tutte le ore, anche alle 2 o alle 3 del mattino) e prosegui lungo la strada in discesa. Ripercorrerai le orme degli antichi cembrani, votati all’oro inebriante della valle.

Noi siamo stati qui una sera, in occasione di una cena gratuita organizzata dall’albergo presso una piccola tenuta circondata dai vigneti. Tra ottimo cibo e canzoni in libertà al chiaro di luna, abbiamo trascorso ore bellissime.

5. Capire la lezione del ciao

Ciao è un saluto amichevole, fraterno. Ciao è stata la parola con cui il proprietario dell’hotel ci ha accolto, spiazzandoci.

Dopo poche ore, ci siamo resi conto che a Cembra tutti ti salutano con ciao. Dal titolare della cantina alla guida turistica improvvisata (ma preparatissima), insieme alle persone incontrate per strada.

Sarebbe bello fosse così ovunque, sia in Italia che all’estero. Siamo consapevole che la nostra è semplice utopia, ma ci piaceva condividerla con te.

– Leggi anche: 10 cose da fare a Cavalese e dintorni

Cembra e dintorni

Lago Santo 5 km
Piramidi di Segonzano 6 km
Cascata del Lupo 23 km
Trento 25 km
Cavalese 30 km
Levico Terme 35 km
Fai della Paganella 35 km
Andalo 45 km
Molveno 50 km
Moena 50 km

A parte Trento, Levico Terme e il lago Santo, durante la vacanza a Cembra siamo stati in tutte le località inserite qui sopra, raggiungibili tutte in meno di un’ora d’auto (traffico permettendo). Adesso ci credi quanto parlavamo di base strategica? 😁

Piramidi di Segonzano

Cascata del Lupo in val di Cembra

Sentiero a Fai della Paganella

In più siamo stati anche a Canale di Tenno e al lago omonimo, Riva del Garda e il lago di Carezza. Il tutto in quattro giorni (il quinto non lo contiamo perché siamo poi ripartiti verso casa).

Ecco il nostro itinerario:

Dove mangiare (e dormire) a Cembra

Noi ci siamo trovati molto bene presso l’hotel Al Caminetto, dove abbiamo mangiato e dormito. I piatti alla sera erano tutti di ottima qualità, cucinati dalla moglie-cuoca del proprietario.

Il ristorante dell’albergo è famoso però soprattutto per le pizze, preparate sul momento dal simpaticissimo gestore della struttura insieme al figlio. Prenotando la tariffa mezza pensione, avevamo a disposizione ogni sera un primo, un secondo e un dolce a scelta, più il buffet di insalata. In alternativa al menu classico puoi benissimo scegliere la pizza.

Buona anche la colazione. E chi si scorda il “bel cappuccio” e il “bel caffettone” (li chiamava così ogni mattina) serviti dal proprietario? 😁

Se scegli di restare a dormire, potrai contare su una camera spaziosa, un letto comodo e una piccola scrivania dove scrivere al computer o leggere un libro. C’è poi un piccolo televisore, connessione Wi-Fi nella media (come velocità).

La nostra stanza aveva anche un piccolo balconcino, da dove si potevano ammirare le montagne intorno e parte del paese.

Per un riepilogo, condividiamo con te una breve scheda sull’hotel Al Caminetto di Cembra.

Parcheggio privato gratuito davanti all’hotel
Ristorante pizzeria, primi, secondi e dolci
Bar all’ingresso
Velocità Wi-Fi nella media
Consigliato assolutamente sì

Conclusioni

Pensiamo sia superfluo ripetere che di Cembra ci è piaciuto tutto.

Ecco una lista dei pro:

  • Posizione: perfetta per spostarsi in auto ogni giorno. C’è anche una stazione di rifornimento in paese, lungo il corso principale (sulla sinistra se arrivi da Trento).
  • Si risparmia: vicino ci sono Andalo, Molveno, Cavalese e Moena, tutte località con prezzi molto più alti per un soggiorno in estate.
  • Calore umano: sentirsi a casa a distanza di 500 km non è semplice. La Val di Cembra su di noi ha avuto anche questo potere.

Contro? Nessuno 😀

Pensa che mia madre si è già prenotata (su WhatsApp) per il prossimo anno insieme a Lucky, lei che non ha (quasi) mai viaggiato in 60 anni. Ma questa è un’altra storia.

Nelle immediate vicinanze di Cembra ti consigliamo di visitare le Piramidi di Segonzano e la cascata del Lupo.


Federico Pisanu

Ciao, mi chiamo Federico Pisanu e ti do il benvenuto sul blog Viaggi e Ritratti. Vivo da un po' nelle Marche, una regione di cui mi sono innamorato in pochissimi giorni. Cosa faccio quando non sono in viaggio? Scrivo, gioco con i miei due gatti e mangio la pizza.