L’escursione da Ciampedie a Gardeccia è tra le più facili e panoramiche della Val di Fassa. Con la funivia Catinaccio, in partenza da Vigo di Fassa, si raggiunge in un paio di minuti il pianoro di Ciampedie (1.998 m), da qui poi si prosegue in direzione del Rifugio Gardeccia (1.949 m) per circa 50 minuti di cammino.

L’assenza di dislivello e la semplicità del percorso rendono questa passeggiata adatta a tutte le famiglie e a chi vive la montagna solo per una o due settimane all’anno. Oltre a questo, però, c’è di più.

Prima di raccontarti per filo e per segno l’escursione, te la sintetizzo in cinque punti:

  • Partenza: Ciampedie
  • Arrivo: Rifugio Gardeccia
  • Durata: 50 minuti
  • Dislivello: – 49 metri
  • Difficoltà: facile

Ciampedie cuore rosso fotografia

Partenza dal pianoro di Ciampedie

L’altopiano di Ciampedie, nel gruppo del Catinaccio, è il punto di partenza dell’escursione che conduce a Gardeccia e al suo omonimo rifugio. Ciampedie è collegato all’abitato di Vigo di Fassa tramite la funivia del Catinaccio: un biglietto di andata e ritorno per adulti costa 20 euro (gli under 16 pagano invece 10 euro) e include anche le seggiovie Pian Pecei-Ciampedie e Pra Martin.

Inizio escursione da Ciampedie a Gardeccia

Prima ti ho detto che per arrivare fino a Gardeccia si impiegano 50 minuti, più o meno. Ecco, i 50 minuti non tengono conto del tempo trascorso sul “Campo di Dio” (traduzione letterale dal ladino di Ciampedie), la cui bellezza è davvero sconvolgente.

Ovunque ti giri puoi leggere il manifesto della natura, che qui raggiunge – nel vero senso della parola – vette elevatissime: le Torri del Vajolet, il Catinaccio, la Marmolada, i gruppi del Sella e del Pordoi. Ed è con gli occhi ricolmi di emozione che ti appresti a iniziare l’escursione, a patto che ti ricordi ancora il motivo per cui sei qui.

– Leggi anche: L’escursione da Passo Sella al Rifugio Friedrich August

Pianoro di Ciampedie

Sentiero 540, un falsopiano in leggera discesa

La camminata verso il Rifugio Gardeccia si snoda su un’ampia forestale, lungo un falsopiano in leggera discesa. Da Ciampedie prendi le indicazioni per il sentiero 540, lo stesso che porta fino al Rifugio Vajolet se decidi di proseguire per un’altra ora di cammino dopo l’area bucolica di Gardeccia.

Gran parte del sentiero rimane all’ombra di un fitto bosco di laceri e abeti, che di tanto in tanto si apre per regalare scenari spettacolari. All’andata poi l’escursione si presenta ancora più semplice che al ritorno, con un dislivello negativo di alcune decine di metri: una vera e propria manna dal cielo per Chiara, reduce da una mattinata intensa tra il lago di Fedaia, la Terrazza delle Dolomiti e Pozza di Fassa.

💡 Nelle prime due settimane di agosto il sentiero 540 è affollatissimo, sia da chi è diretto a Gardeccia sia da quelli che hanno come destinazione finale il Rifugio Vajolet. Di per sé non è un problema, ma potrebbe esserlo per le persone che amano camminare in montagna senza troppa gente attorno.

Vista su Catinaccio e Marmolada da Ciampedie

Al Rifugio Gardeccia

Passo dopo passo, tra una fotografia e un’altra, si giunge al Rifugio Gardeccia. Ora le Torri del Vajolet sono più vicine, ma non abbastanza per lasciarti a bocca aperta come chi prosegue ancora avanti verso il Rifugio Vajolet. Poco male comunque, perché la piana di Gardeccia ha tutto quello di cui hai bisogno: un panorama eccezionale, dell’ottimo cibo, e spazi immensi dove perdersi per ore, ore e ore.

Piana di Gardeccia

Sempre qui ci sono anche la Baita Enrosadira – la prima che incontri non appena arrivi nella piana – e il Rifugio Stella Alpina, l’ultima delle tre strutture presenti.

Il Rifugio Gardeccia offre ai suoi ospiti i piatti tipici della tradizione locale, accompagnati da una bottiglia di vino trentino o un’ottima birra. Insomma, la sosta – se non obbligatoria – è consigliatissima.

💡 Info utili sul Rifugio Gardeccia: sito ufficiale dolomitenschutzhuette.it – numero di telefono 0462.763.152 – email rifugio@gardeccia.it

Rifugi della piana di Gardeccia

Altre escursioni e luoghi da vedere vicino a Ciampedie