La Camosciara è una splendida riserva naturale nel Parco Nazionale d’Abruzzo, a due passi da Civitella Alfedena e Villetta Barrea. Devo essere sincero: da amante del Trentino-Alto Adige, ero un po’ scettico di ritrovare qui le stesse emozioni provate lungo le tante passeggiate tra le Dolomiti. D’accordo, le montagne sono diverse, l’atmosfera anche, ma lo spettacolare Anfiteatro della Camosciara mi ha fatto ricredere. E niente, ancora una volta aveva ragione Chiara. Mi sa tanto che devo imparare a darle più ascolto, ci vede lungo la ragazza.

Anche tu stai organizzando la tua prima escursione al Parco della Camosciara? Lascia allora che ti aiuti: in questo articolo ho raccolto tutte le informazioni che penso possano tornarti utili se è la prima volta che vieni qui.

Quali sentieri ci sono da fare alla Camosciara?

  • Sentiero G1: dal parcheggio della Camosciara al piazzale per 2,4 km (facile)
  • Sentiero G4: da metà sentiero G1 al colle Jajacque per 1,9 km (facile)
  • Sentiero G5: dal piazzale alle cascate per 0,3 km (facile)
  • Sentiero G6: dal piazzale al Rifugio Belvedere della Liscia per 1,26 km (medio)
  • Sentiero G7: dal parcheggio della Camosciara a Rocca Tre Monti per 0,6 km (facile)
  • Sentiero H1: da Villetta Barrea ad Anatuccio attraverso Stazzo dell’Affogata per 9,5 km (difficile)
  • Sentiero H2: da Villetta Barrea al lago Pantaniello per 11,2 km (difficile)
  • Sentiero H3: da Villetta Barrea a Pian del Molino per 2,2 km (facile)
  • Sentiero H4: da Villetta Barrea a Stazzo Le Macchie per 7,18 km (difficile)
  • Sentiero H5: da Villetta Barrea ad Anatuccio attraverso la sorgente Pontone per 6,1 km (facile)
  • Sentiero I1: da Civitella Alfedena al Rifugio Forca Resuni per 4,7 km (medio)
  • Sentiero I2: da Civitella Alfedena a Pian del Molino attraverso il colle Jajacque per 2,6 km (medio)
  • Sentiero I3: da Civitella Alfedena a Barrea attraverso il colle Ciglio per 5,1 km (facile)
  • Sentiero I4: da Civitella Alfedena alla sorgente Iannanghera per 2,6 km (facile)
  • Sentiero I5: da Civitella Alfedena al colle Santo Janni attraverso Babbaione per 2,6 km (facile)
  • Sentiero I6: da Civitella Alfedena al colle Pizzuto per 0,9 km (facile)

Ricapitolando, se parcheggi alla Camosciara (dove c’è il trenino per intenderci) hai a disposizione cinque sentieri, di cui due – il G1 e il G7 – partono dall’area di sosta per le auto, il G4 da metà itinerario, mentre il G5 e il G6 – iniziano in prossimità del piazzale alto, dove cioè finisce la strada asfaltata. Tutte le altre escursioni, invece, cominciano da Villetta Barrea o Civitella Alfedena.

Per orientarti meglio, ti consiglio di guardare la mappa dei sentieri che trovi per ciascun itinerario nella pagina dedicata alla rete sentieristica del Parco d’Abruzzo.

💡 Trovi una mappa con tutti i sentieri che puoi fare anche all’area parcheggio, di fronte alla biglietteria del trenino. In teoria potresti richiederne una anche all’ingresso, ma non ne sono sicuro al 100%, perché quando io e Chiara siamo venuti qui abbiamo trovato tutto chiuso (su questo ci ritorno dopo).

Fonte: Uniquevisitor

Dove mi porta il trenino e quanto costa?

Il trenino parte dal parcheggio della Camosciara e conduce fino al piazzale alto, dove iniziano i sentieri G5, G6 e G7. In pratica ti permette di attraversare tutto il G1, risparmiando così 40-45 minuti di camminata sulla strada carrozzabile.

È sicuramente una bella esperienza da fare se visiti la riserva con i bambini, ma se vuoi camminare per un po’ in mezzo alla natura e raggiungere le cascate ti consiglio, almeno all’andata, di percorrere il G1 a piedi.

Il biglietto per la corsa d’andata costa 3 euro, paghi 2 euro invece per il ritorno. L’acquisto del primo biglietto avviene presso la biglietteria situata all’ingresso, proprio alle spalle del trenino, il secondo al piazzale.

💡 Il servizio del trenino non è sempre in funzione. Quando siamo andati noi, ad esempio, non era attivo, tant’è vero che era chiusa anche la biglietteria. Dunque, se è tua intenzione prenderlo, ti suggerisco di contattare prima la Cooperativa Camosciara, la società che gestisce il parco ed è solita organizzare escursioni sia in estate che d’inverno.

Ci sono escursioni organizzate?

Sì, durante tutti i dodici mesi dell’anno la Cooperativa Camosciara organizza escursioni e trekking all’interno del parco, anche con i cavalli. Per scoprire il programma aggiornato visita questa pagina del sito ufficiale o la loro pagina Facebook.

I cani possono entrare?

Sì, l’ingresso ai cani è consentito, a patto che siano tenuti al guinzaglio.

💡 In alcuni sentieri, come il G4 e il G6, è comunque sconsigliato recarsi con il cane. Via libera invece lungo i percorsi G1, G5 e G7.

A che ora apre e fino a quanto posso stare?

Il Parco della Camosciara apre alle 9 e chiude alle 20. Se dopo l’orario di chiusura ci sono ancora macchine nell’area del parcheggio, viene chiamato il carro attrezzi per la rimozione forzata.

💡 Quello indicato qui sopra è l’orario della stagione estiva. Le ore 20 sono un “compromesso” più che accettabile, anche perché quando noi siamo andati a metà giugno faceva già buio intorno alle 20:30.

Il parcheggio si paga?

Sì, parcheggiare l’auto nell’area di sosta all’ingresso costa 4 euro, prezzo valido per l’intera giornata.

💡 Non appena arrivi c’è un cartello in legno che riporta il tariffario per auto, moto e camper, puoi quindi fare riferimento a quello quando è il tuo turno per pagare. Se non c’è nessuno invece, e trovi chiuso sia il centro accoglienza che la biglietteria, non devi pagare nulla. È quanto successo a noi un venerdì mattina della seconda settimana di giugno.

Come arrivo all’area del parcheggio?

Per arrivare all’ingresso del Parco della Camosciara percorri la strada statale 83 della Marsicana da o per Villetta Barrea, quindi svolta al cartello riportante la scritta “Camosciara”. Dopo poche centinaia di metri raggiungerai l’area di sosta.

Usa la mappa qui sotto per avere indicazioni sul percorso più precise (tocca “Indicazioni” e inserisci la località da dove parti).

Riesco a vedere i camosci?

È difficile avvistare i camosci, o meglio, ci sono sentieri dove le possibilità aumentano, in altri invece è praticamente impossibile. Nella pagina Facebook ufficiale della cooperativa che gestisce la riserva trovi tante loro foto, ma nella maggior parte dei casi sono immortalati ad alta quota.

💡 La carta dei sentieri della Camosciara riporta per ciascun itinerario la possibilità o meno di incontrare camosci, cervi, e perfino il gettonatissimo orso marsicano. Quando noi abbiamo percorso il G1, ad esempio, c’erano i cartelli che indicavano la presenza di camosci o cervi, purtroppo però la fortuna non è stata dalla nostra parte.

Se ho dei problemi chi posso contattare?

Per qualsiasi tipo di problema o se hai altre informazioni da chiedere fai riferimento ai seguenti recapiti della Cooperativa Camosciara:

  • 0864 577869 (telefono fisso)
  • 349 231 3692 (cellulare)
  • info@camosciara.com

Che cosa c’è da vedere vicino a La Camosciara?