Quimper è una passeggiata al mattino con l’oro in bocca, un set di emozioni e diapositive in equilibrio instabile, una carica albeggiante prima del caffè. Ma è anche l’antica capitale della Cornovaglia francese, regione storica della Bretagna, dove con le sue case a graticcio brilla insieme ad altri centri rappresentativi, su tutti Concarneau e Locronan.

Chiara ed io siamo abbiamo avuto la fortuna di visitare Quimper alle prime ore del giorno, dopo esserci riposati per bene a Locronan. Il nostro itinerario prevedeva nello stesso giorno un vero e proprio tour de force per raggiungere in serata Vannes, passando prima per Concarneau, Pont Aven e Carnac. Se te lo stai chiedendo sì, ce l’abbiamo fatta 😄

È il momento ora che ti racconti che cosa c’è da vedere a Quimper e nei suoi dintorni.

Che cosa vedere a Quimper (e dintorni)


1. Giardino del Ritiro

Dopo aver lasciato la nostra auto a noleggio nel parcheggio gratuito di Place de la Tourbie, ci dirigiamo verso il vicino Giardino del Ritiro (Jardin de la Retraite), una piccola area verde a pochi passi dal centro di Quimper. Con tutte queste palme per me è un po’ come tornare a casa, ma in lontananza le guglie della cattedrale mi riportano subito alla realtà. E che realtà.

giardino del ritiro quimper

2. Case a graticcio del centro

Quando arrivi a Quimper, giocoforza, sei già a buon punto del tuo itinerario in Bretagna. Di conseguenza, dovresti aver già da tempo assimilato il vaccino contro il fascino ammaliante delle case a graticcio e lo scatto compulsivo con la fotocamera del telefono. Ecco, mi dispiace doverti deludere, ma il centro di Quimper ti obbliga ad almeno un secondo richiamo. Tanto uno in più, uno in meno, che t’importa no? 😁

case a graticcio quimper

3. Cattedrale di Saint-Corentin

La sua presenza la noti già dal Giardino del Ritiro, così come mentre passeggi all’inizio del centro, ma è soltanto quando arrivi al suo cospetto che ti rendi conto dell’imponenza della cattedrale gotica di Quimper. Le sue due guglie si elevano fino a 76 metri d’altezza, in una rincorsa verso il cielo più convincente che mai. Ti posso dare un consiglio spassionato? Lascia perdere i tentativi di riprenderla per intero e goditi le vetrate al suo interno.

Il consiglio di Viaggi e Ritratti – Sul sito ufficiale del turismo di Quimper puoi effettuare la visita virtuale della cattedrale di Saint-Corentin. Non è come vederla di persona, e su questo sono d’accordo con te, ma resta comunque una bella opportunità.

spoglie santo cattedrale quimper

4. Museo di Belle Arti

Sulla piazza della cattedrale, insieme ad altri palazzi signorili, si affaccia il Museo delle Belle Arti (Musée des beaux-arts). È uno dei musei d’arte più importanti della Bretagna, celebre per ospitare una ricca collezione di dipinti d’artisti fiamminghi, francesi, italiani e olandesi, spaziando dal quattordicesimo secolo fino ai giorni nostri. Insomma, lo hai capito, se hai la passione per l’arte è una tappa da non perdere.

Indirizzo: Place Saint-Corentin
Prezzi: 5 euro (biglietto intero)
Orari: aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00 / novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo aperto tutti i giorni, tranne il martedì e la domenica mattina, dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:30 / dal 1° luglio al 31 agosto aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00
Sito web: sito ufficiale mbaq.fr

museo di belle arti quimper

5. Fiume Odet

Lasciati ora alle spalle sia la cattedrale che il Museo di Belle Arti per raggiungere il fiume Odet, uno dei due fiumi (l’altro è Le Steïr) che attraversano la città di Quimper. Il modo migliore per concludere la visita dell’antica capitale della Cornovaglia è proprio passeggiare lungo l’Odet fino a raggiungere il caratteristico quartiere di Locmaria, sede dell’antico nucleo storico di Quimper, tra ceramiche, polmoni verdi e chiese millenarie.

fiume odet quimper

6. Concarneau

Conclusa la visita di Quimper, è tempo di riprendere il cammino verso le altre tappe più significative della Bretagna. Proseguendo verso Vannes, la prima fermata è a meno di 30 minuti in auto: è il centro abitato di Concarneau, famosa per essere una delle città fortificate (in Francia le chiamano ville-close) più visitate dai turisti durante tutto l’anno, specialmente d’estate. Un piccolo gioiello, ma mi auguro che tu abbia più fortuna di noi e di non imbatterti in un affollatissimo mercato per goderti la visita al 100%.

orologio concarneau

7. Pont Aven

Meno di 20 km separano Concarneau da Pont Aven, piccolo villaggio bretone celebre per la scuola dei pittori fondata proprio in questo borgo dal maestro del post impressionismo Paul Gauguin. Passeggia in mezzo al verde tra piccoli ponti, cascatelle e mulini, lasciandoti trasportare in un malinconico viaggio a ritroso nel tempo, dove i ritmi lenti erano la normalità e le giornate scivolavano via con più leggerezza e amore.

Bonus tip: se ti organizzi in modo da essere qui intorno all’ora di pranzo per mangiare, assicurati di prenotare in anticipo perché corri il rischio di non trovare alcun posto libero (soprattutto nelle prime due settimane di agosto). Ti parliamo per esperienza personale, non aggiungo altro per non creare ulteriore dolore a Chiara.

scogli pont aven

8. Locronan

Chiudo in bellezza suggerendoti di visitare Locronan, splendido paese medievale a nord di Quimper, personalmente il mio villaggio bretone preferito insieme a Rochefort-en-Terre. Per la visita è sufficiente che gli dedichi al massimo 60-90 minuti, non di più, in modo da assaporare l’essenza del Medioevo racchiusa nella grande piazza centrale. Pura poesia.

carro locronan

Mappa dei luoghi da visitare a Quimper


Ti condivido ora una mappa con i principali luoghi d’interesse di Quimper. Nella cartina non trovi segnate né Locronan, né Concarneau e né Pont Aven, ma puoi sempre rimpicciolirla per vedere la loro posizione esatta.

Come usare la mappa: seleziona l’icona in alto a sinistra per visualizzare i principali luoghi d’interesse a Quimper, il pulsante in alto a destra serve invece per ingrandire la mappa e vederla su Google Maps. Se vuoi salvarla, tocca la stellina in alto.

Speciale Bretagna

Saint-Malo, la città delle maree e dei corsari

Dinard e il fascino della Belle Epoque

Dinan, pittoresca città medievale

Il promontorio di Cap Frehel

Ploumanac’h, simbolo della Costa di Granito Rosa

I magnetici menhir di Carnac

Il golfo di Morbihan

Il paese delle fiabe di Rochefort-en-Terre


🎄Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram