Splendissima Colonia Iulia, questo il messaggio che appare ai turisti quando fanno il loro ingresso a Spello, borgo di origini romane della provincia di Perugia, in Umbria. Il significato della trascrizione latina è “bellissima città della gens Iulia”, potente famiglia gentilizia romana a cui era appartenuto lo stesso Giulio Cesare. Si trova tra Foligno e Assisi, non lontano dunque dall’altrettanto splendida Spoleto.

Spello è famosa per l’Infiorata, evento che richiama ogni anno migliaia di visitatori, pronti ad assistere alla magia dei balconi fioriti. La manifestazione delle infiorate non ha date fisse, in genere però si svolge nel mese di giugno o nell’ultima settimana di maggio. Protagonisti i fiori, emblema della città durante tutto l’anno, predisposti per l’occasione in tappeti e quadri artistici spettacolari.

Di seguito spiegheremo che cosa c’è da vedere a Spello, illustrando con le foto i vicoli e i principali monumenti. Daremo poi indicazioni utili su come arrivare al borgo e dove trovare parcheggio, con suggerimenti pratici sia per le auto che per i camper. Parleremo quindi degli eventi più importanti durante l’anno, rispondendo alla frequente domanda su quando andare nel piccolo paese umbro. Infine, dedicheremo la parte conclusiva ai dintorni della cittadina, consigliandoti quali altri posti visitare in giornata.

Indice

Che cosa vedere a Spello


1. Porta Consolare

Come ogni borgo che si rispetti, l’ingresso e l’uscita del centro storico di Spello sono caratterizzati dalla presenza di antiche porte. La più famosa è la Porta Consolare, situata in piazza Kennedy, che segna l’inizio del percorso turistico dalla parte bassa del paese. Già solo il nome rimanda alle origini romane del borgo umbro, i cui richiami sono palesi metro dopo metro: dall’arco romano di Augusto all’acquedotto romano, passando per la Porta Venere, una delle cinque porte urbiche (della città, dal latino urbs, urbis) conservatesi fino ad oggi.

2. Vicoli fioriti

Quando ci si lascia alle spalle la Porta Consolare la strada inizia a salire in leggera pendenza. Consigliamo di seguire il percorso indicato dalle frecce posizionate lungo la salita, così da non perdere l’orientamento e tornare di nuovo al punto di partenza una volta terminata la visita. All’andata l’ascesa continua rappresenta un falso problema, in quanto ogni volta ti fermerai a fotografare uno dei tanti vicoli fioriti del paese, la vera anima del borgo dei borghi. Li troverai in ogni periodo dell’anno, sebbene diano il meglio di sé in primavera inoltrata.

3. Chiesa di Santa Maria Maggiore

Oltre alle porte romane e ai fiori, Spello è nota per la chiesa di Santa Maria Maggiore e, in particolare, per la cappella Baglioni del Pinturicchio. Il quadro, realizzato dal celebre pittore perugino nei primissimi anni del Cinquecento, ha nobilitato l’intera collegiata, rendendola una tappa fondamentale per ciascun visitatore lungo il percorso. Si trova a poche centinaia di metri dall’ingresso del borgo, a circa cinque minuti di distanza dal Palazzo Comunale. Non lasciarti ingannare dalla facciata anonima, il ciclo di affreschi della cappella Baglioni merita sicuramente una visita.

Indirizzo: Piazza Giacomo Matteotti, 18

Orari di apertura: dal martedì al sabato dalle 9:30 alle 12.30 e dalle 15:30 alle 17:00

Telefono: 0742 301792

Sito web: smariamaggiore.com

4. Via Arco di Augusto

Andando avanti la pendenza della salita aumenta, così come il numero di cose da vedere, tra cui la via Arco di Augusto, il vicolo che ci è rimasto più impresso (non tanto per l’arco romano quanto per i tre gatti che seguivano l’anziana padrona di ritorno dalla loro passeggiata).

5. Chiesa di San Severino

Cammina ancora lungo il corso principale, fino a che la strada diventa più larga, e raggiungi il punto più alto del paese, dove potrai godere di un belvedere appagante. Volgi ora lo sguardo in direzione nord: la città arroccata sulla collina davanti ai tuoi occhi è Assisi, la patria di San Francesco. In questo punto ci sono delle panchine dove sedersi per riposare o mangiare il pranzo a sacco portato da casa. Inoltre, sulla destra sorge la chiesa di San Severino, sede del convento dei frati minori cappuccini, proseguendo ancora più avanti invece l’arco romano da cui ha inizio una lunga discesa verso la parte restante del paese.

6. Sentiero dell’acquedotto romano

Se scegli di dedicare a Spello un’intera giornata ti suggeriamo di oltrepassare l’arco romano in corrispondenza del Belvedere e di seguire le indicazioni per la Porta Montanara, una delle cinque porte urbiche della cittadina. Da qui segui i cartelli Monte Subasio, recanti l’icona dell’escursione. Dopo pochi metri entrerai nel sentiero dell’acquedotto romano, una lunga passeggiata a stretto contatto con la natura, durante la quale sono ben visibili i resti dell’antica opera ingegneristica romana. La destinazione finale del sentiero è il borgo Collepino, per un totale di cinque chilometri (solo andata).

7. Villa Fidelia

In alternativa alla passeggiata del sentiero dell’acquedotto romano consigliamo la visita a Villa Fidelia, elegante complesso costruito nella prima metà dell’Ottocento. Quando ti lasci alle spalle l’arco romano dalla zona del Belvedere, vai sempre avanti seguendo le indicazioni per il bed and breakfast Il Sommelier, imboccando la via Porta Fontevecchia. Rimani sempre su questa via, fino a sbucare nella Centrale Umbra: da qui in meno di 2 minuti a piedi arriverai all’ingresso della villa, per una camminata complessiva di circa un chilometro.

Indirizzo: via Villa Costanzi

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30

Per info e prenotazioni: tel. 0742 302100

8. Villa dei Mosaici

Infine, prima di lasciare Spello, valuta se ti avanza un po’ di tempo per visitare la Villa dei Mosaici, un complesso museale inserito di diritto tra le maggiori ricchezze artistiche dell’Umbria. I dieci ambienti con pavimenti a mosaici sono il cuore pulsante del museo, che conta numerosi visitatori durante l’alta stagione.

Indirizzo: via Paolina Schicchi Fagotti, 7

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso alle 18:30)

Prezzi biglietti: 8,00 euro intero, 4,00 euro ridotto per ragazzi tra 6 e 14 anni, gratis per bambini dai 0 ai 5 anni

Telefono: 0742 455579

Sito web: villadeimosaicidispello.it

Come arrivare a Spello

Per raggiungere Spello puoi fare affidamento su treno e autobus, oltre alla propria macchina. La stazione ferroviaria di Spello è collegata dalle linee regionali Trenitalia in partenza dai principali centri abitati dell’Umbria, tra cui la vicina Foligno, il capoluogo umbro Perugia e Spoleto. Dalla stazione al centro (Porta Consolare) c’è una distanza di circa 800 metri, percorribile a piedi in dieci minuti seguendo i cartelli stradali che recano la scritta Centro.

In autobus la linea di riferimento è la E422 di Busitalia-Sita Nord, che opera la tratta Foligno-S.M.d.Angeli-Perugia e Perugia-S.M.d.Angeli-Foligno. Lungo il percorso l’autobus ferma anche a Bevagna e ad Assisi, volendo quindi si può anche decidere di partire da una di queste due città o eventualmente raggiungerle una volta terminata la visita del paese. La fermata è posta a Spello Borgo.

Per quanto riguarda, invece, il tragitto in auto, dipende tutto dalla località di partenza. Queste le indicazioni sulla base dei centri più importanti:

  • Da Perugia: uscita Foligno, strada statale 75 (Centrale Umbra) fino all’uscita per Spello
  • Da Spoleto: strada statale 3 (Via Flaminia, direzione Foligno/Perugia), uscita Spello
  • Da Ancona: autostrada A14 (direzione Pescara), uscita Civitanova Marche, strada statale 77 (Val di Chienti, direzione Macerata/Foligno), uscita Perugia/Foligno, strada statale 75 (Centrale Umbra, direzione Assisi/Perugia), uscita Spello
  • Da Firenze: autostrada A1 (autostrada del Sole, direzione Roma), uscita Valdichiana/Bettolle/Sinalunga, raccordo autostradale 6 Bettolle-Perugia (direzione Perugia, poi Assisi/Foligno), strada statale 77 (Val di Chienti, direzione Foligno/Assisi/Spoleto), uscita per Spello
  • Da Roma: autostrada A1 (autostrada del Sole, direzione Firenze), uscita Orte, strada statale 75 (Umbro-Laziale, direzione Narni/Terni/Perugia), strada statale 3 (Via Flaminia, direzione Spoleto), uscita Foligno Nord/Perugia, strada statale 75 (Centrale Umbra) fino all’uscita Spello

Dove parcheggiare a Spello

Il parcheggio per auto e camper a Spello si trova agevolmente. I cartelli dei parcheggi per i rispettivi mezzi sono ben segnalati prima ancora di arrivare all’ingresso del borgo. Un’area a pagamento per le macchine è posizionata alle spalle della Villa dei Mosaici, in via Martin Luther King. Noi abbiamo parcheggiato poco più avanti, in via Sant’Anna, una strada laterale rispetto all’entrata del paese, senza pagare nulla.

L’unica area di sosta per i camper situata nelle immediate vicinanze si trova in via Centrale Umbra al numero civico 98, presso il campo sportivo, lungo la strada statale 75. Lasciata la zona di sosta, si attraversa la strada e si gira a sinistra in via Torri di Properzio, dove inizia il ciottolato e la salita verso Porta Venere. La distanza da coprire è di circa 300 metri.

Quando andare a Spello

Da un punto di vista climatico, il periodo migliore per visitare Spello è la tarda primavera, tra i mesi di maggio e giugno. Noi abbiamo scelto il primo weekend dopo Pasqua, nella stessa giornata in cui siamo andati a Rasiglia.

Non è un caso che i principali eventi si svolgono proprio in questo periodo. In primis le Infiorate di Spello, che si celebrano ogni anno nella nona domenica dopo la Pasqua, in occasione della festività del Corpus Domini. L’ultima edizione si è svolta nei giorni 10 e 11 giugno 2023.

Riflettori accesi anche sulla manifestazione Finestre, balconi e vicoli fioriti, dove l’aspetto floreale continua a essere determinante. Appuntamento dall’inizio di maggio fino alla fine di agosto.

Nei dintorni di Spello

Ci sono tante località da visitare nei dintorni, anche nello stesso giorno, a patto di rinunciare ad alcune attrazioni della città dei fiori, come ad esempio Villa Fidelia o Villa dei Mosaici. La nostra scelta è ricaduta su Rasiglia, il borgo sull’acqua. Per conoscerla meglio, ti invitiamo alla lettura della nostra guida su cosa vedere a Rasiglia.

E a proposito di acqua, da non perdere la visita alle spettacolari fonti del Clitunno.

Citiamo poi la vicina Assisi, collegata sia con i treni regionali della linea Perugia-Foligno sia con l’autobus di Busitalia-Sita Nord (linea E422).

Anche se un po’ più distanti, per lo stesso motivo vi suggeriamo di inserire nel weekend umbro anche la visita di una città a scelta tra il capoluogo Perugia e Orvieto con il suo famosissimo Duomo .

Altri luoghi da vedere in Umbria


🎄Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram