L’escursione da Passo Sella a Rifugio Comici è tra le più semplici che si possano fare ai piedi del Sassolungo. Dura poco meno di un’ora e il dislivello finale è pressoché nullo, ma non tiene conto né del falsopiano iniziale in leggera salita né della ripida discesa nel tratto centrale (che al ritorno si trasforma in una rampa impegnativa).

L’arrivo al Rifugio Comici è situato in località Plan de Gralba, proprio sopra Selva di Val Gardena. Durante il nostro soggiorno in Val di Fassa, Chiara ed io abbiamo approfittato della vicinanza del Passo Sella per intraprendere due facili escursioni in bilico tra il Trentino e l’Alto Adige: quella appunto del Rifugio Emilio Comici (Val Gardena) e l’altra presso il Rifugio Friedrich August (Val di Fassa), entrambe fattibili nell’arco di mezza giornata.

Come già accennato prima, è un percorso adatto a tutti, anche a chi non è allenato e non ha l’abitudine durante il resto dell’anno a camminare per sentieri di montagna sopra i duemila metri di quota. E poi, lasciamelo dire, se ce la fa Chiara, ce la possono fare tutti.

Ecco le info principali:

  • Partenza: Passo Sella, cabinovia Forcella Sassolungo (2.153 m)
  • Arrivo: Rifugio Comici (2.154 m)
  • Durata: 55 minuti
  • Dislivello: 1 m
  • Difficoltà: facile

Partenza da Passo Sella

Il punto di partenza è nei pressi della cabinovia Forcella Sassolungo (2.153 m), che con le sue telecabine a due posti conduce fino al Rifugio Demetz. Per quanto riguarda il parcheggio, la soluzione più comoda è l’area di sosta a pagamento posizionata proprio di fronte alla cabinovia, poche centinaia di metri dopo il valico del Passo Sella arrivando da Canazei.

💡 Il parcheggio del locale In Sella, dove ho lasciato la mia auto, presenta una tariffa oraria. Se pensi di restare molte ore, ti suggerisco di parcheggiare vicino al Rifugio Carlo Valentini, dove è disponibile una tariffa giornaliera.

Per cominciare il percorso segui le indicazioni del segnavia 526 per Comici e la funivia Piz Sella, situato pochi metri più avanti rispetto a una piccola cappella di montagna. Mi raccomando, non lasciarti ingannare dalla durata riportata sul segnavia, per arrivare fino al rifugio si impiegano più dei 40 minuti segnalati dal CAI (foto qui sotto).

Poco male comunque, perché questo significa più tempo a disposizione per lasciarsi ammaliare dal Sassolungo, protagonista assoluto di questa passeggiata che si snoda dall’inizio alla fine su una comoda forestale in terra battuta.

💡 L’itinerario presenta numerosi punti in comune con il Sellaronda MTB Tour, autentico paradiso per gli appassionati di mountain bike. A loro è dedicata la parte sinistra del tracciato, mentre quella di destra viene riservata agli escursionisti.

Attraverso la Città dei Sassi

I primi 30 minuti di camminata si snodano su un tratto di falsopiano in leggera salita, senza la benché minima difficoltà, mentre tutt’intorno si sviluppa la primitiva Città dei Sassi, un insieme di formazioni rocciose all’ombra del Sassolungo.

💡 Se preferisci un trekking un po’ più frizzante, almeno all’inizio, puoi seguire le indicazioni per il sentiero Naturonda, che attraversa la cosiddetta Città dei Sassi correndo parallelo al percorso principale per il Rifugio Comici (segnavia 526). Esperienza stra-consigliata, soprattutto se con te hai uno o più bambini al seguito.

Inizia una ripida discesa

All’altezza di un curioso cornetto rosso extra-large, dopo una mezz’oretta tranquilla, ha inizio un lungo tratto in discesa. La pendenza è importante, aumenta quindi al massimo il livello di attenzione, soprattutto se non indossi scarpe adeguate.

In questi casi comunque, rimane valido il trucco più vecchio del mondo: per diminuire, se non azzerare, il rischio di scivolare, cammina sull’erba anziché sulla terra battuta della forestale.

La discesa dura all’incirca 15 minuti. L’ultima parte del sentiero, invece, torna a essere in piano. Il Rifugio Comici continua a restare nascosto fino all’ultimo, mentre è ben visibile l’impianto della funivia Piz de Sella, con cui si arriva in pochi minuti a Plan De Gralba.

Il Rifugio Comici

E quando sta per scoccare la prima ora di cammino, ecco finalmente il Rifugio Emilio Comici, facilmente riconoscibile dal colore blu della struttura, oltre che dall’invidiabile posizione alle pendici del Sassolungo.

Una volta qui puoi scegliere se fermarti per pranzare, sia al ristorante del rifugio che sugli sconfinati prati verdi intorno, proseguire avanti verso Selva o Santa Cristina, oppure tornare indietro al Passo Sella seguendo la stessa strada dell’andata.

Per info su apertura e prenotazione al Rifugio Comici (sito ufficiale rifugiocomici.com), chiama il numero di telefono 0471 1930388.

Chiara ed io abbiamo optato per il ritorno a Passo Sella, essendo già a corto di energie dopo la camminata precedente al Rifugio Friedrich August. Qualunque sia la tua scelta, il Sassolungo continuerà a essere tuo compagno fedele in una giornata indimenticabile.

Escursioni e luoghi da visitare nei dintorni del Passo Sella