Fossombrone è il principale centro abitato della media valle del Metauro, famoso per lo spettacolare Ponte della Concordia e le altrettanto grandiose Marmitte dei Giganti. Deve il suo nome a Forum Sempronii, l’antico centro romano del II secolo a.C., i cui resti si trovano nell’area archeologica della località San Martino del Piano. Dopo aver legato le sue fortune alla potenza di Roma in epoca imperiale, conobbe un nuovo periodo di splendore sotto le dominazioni dei Malatesta, Montefeltro e Della Rovere, per poi tornare sotto il controllo dello Stato della Chiesa.

Per visitare Fossombrone mezza giornata è più che sufficiente. Inizia da Corso Garibaldi, l’elegante centro pedonale della città, lungo il quale incontrerai uno dopo l’altro alcuni dei più importanti luoghi d’interesse, su tutti la chiesa di San Filippo. Dopo aver completato la visita del centro, prosegui in direzione del quartiere di Sant’Antonio, per non perdere l’incredibile vista dal basso del Ponte della Concordia e scattare la classica foto cartolina. Concludi infine il cerchio perfetto raggiungendo le Marmitte di Giganti, l’attrazione più conosciuta da queste parti.

Ti mostrerò ora le cose più belle da vedere a Fossombrone, insieme ad alcuni consigli su cosa visitare nei dintorni.

Che cosa vedere a Fossombrone


1. Corso Garibaldi

Se segui il nostro itinerario a piedi, comincia la visita di Fossombrone da Corso Garibaldi, il corso principale della città. Qui trovi tutta l’eleganza, tutto il prestigio del suo passato glorioso. A impreziosire ulteriormente il corso è la presenza di un doppio porticato, la cui costruzione risale all’età medievale. Fermati in uno dei tanti bar per prendere un caffè, magari chiedendo di sederti all’aperto, per immergerti nell’atmosfera del centro pedonale. Non mancano nemmeno ristoranti e altri locali per il pranzo o la cena, meglio però se prenoti prima, così da avere la certezza di un tavolo e – soprattutto – che siano aperti (esperienza personale 😁).

passeggiata in corso garibaldi a fossombrone
corso garibaldi in centro
L’elegante Corso Garibaldi in centro a Fossombrone con il doppio porticato

2. Chiesa di San Filippo

All’inizio di Corso Garibaldi sorge la chiesa di San Filippo, l’edificio religioso più affascinante di Fossombrone. La facciata in sé potresti trovarla un po’ anonima, e ti capisco, ma quando entri la tua percezione cambia da così a così. Realizzata nei primi anni del Seicento in onore dei duchi di Urbino, dopo la nascita dell’ultimo erede Federico Ubaldo della Rovere, si distingue dalle altre chiese della zona per la sua splendida architettura barocca. Ammira la grande pala d’altare, dipinta dal pittore locale Giovanni Francesco Guerrieri, l’opera più bella dell’intero complesso monumentale.

Il consiglio di Viaggi e Ritratti: la chiesa non è sempre aperta, noi ad esempio l’abbiamo trovata chiusa. Sulla porta c’era un biglietto che suggeriva di chiamare il numero di telefono +39 340 8245162 per richiedere la visita, ma abbiamo preferito proseguire oltre con l’auspicio di trovare il portone aperto al ritorno. Purtroppo però non siamo stati fortunati nemmeno dopo. Se ti può aiutare, ti lascio gli orari di apertura della chiesa: Lunedì: 10:00-13:00 / Da martedì a venerdì: 10:00-13:00 e 15:00-18:00 / Sabato 10:00-1300 15:30-18:30 / Domenica e festivi: 15:30-18:30. È inoltre richiesto un contributo di 2€ per la visita della sacrestia e della cantoria.

chiesa di san filippo a fossombrone
L’interno barocco della chiesa di San Filippo – Foto di Mongolo1984

3. Duomo di Fossombrone

Prosegui sempre avanti lungo Corso Garibaldi, fino a quando verso la fine non arrivi al Duomo di Fossombrone. Anche qui vale il discorso appena fatto con la chiesa di San Filippo: la facciata non è nulla di che, l’interno però merita. Gli stili delle due chiese non potrebbero essere più diversi, visto che qui dal barocco si passa al neoclassico, in seguito all’intervento eseguito nella seconda metà del Settecento dall’architetto Cosimo Morelli. Tra tutte le opere artistiche custodite all’interno del Duomo, spiccano le due tele della Madonna con Bambino e dei Santi Francesco e Giuseppe del pittore forsempronese Guerrieri.

Il consiglio di Viaggi e Ritratti: le scale di piazza Mazzini, di fronte al Duomo, conducono alle tre corti di Fossombrone, cioè Corte Bassa, Corte Rossa e Corte Alta (da qui l’appellativo di Città delle Tre Corti). La più prestigiosa tra tutte è la Corte Alta, in passato il Palazzo Ducale della città, costruito su volere del duca di Urbino Federico da Montefeltro, oggi sede del Museo Archeologico e della Pinacoteca Civica. Le scale situate accanto alla Corte Alta portano invece alle rovine dell’antica Rocca Malatestiana, costruita nel Quattrocento dalla famiglia dei Malatesta.

facciata del duomo di fossombrone
dipinto con madonna
altare del duomo
L’altare del duomo di Fossombrone

4. Ponte della Concordia

Superato il Duomo, prosegui avanti fino alla fine di via Roma (è una strada in leggera discesa), quindi attraversa il ponte che collega il centro storico di Fossombrone al quartiere di Sant’Antonio e svolta a destra. Qui c’è un’altra breve discesa, che devi prendere per raggiungere la piccola area verde che termina laddove scorre il fiume Metauro. A parte i pescatori che magari incontri nel weekend, questo è un luogo di culto per gli appassionati di fotografia. Tutto merito della vista incredibile sul Ponte della Concordia, soprannominato l’occhio di Fossombrone per il suo maestoso effetto scenografico, uno dei ponti a un solo arco più belli d’Italia.

Il consiglio di Viaggi e Ritratti: alla fine di via Roma, se prosegui qualche metro più avanti senza attraversare il ponte, trovi l’ingresso alla Casa Museo e la Quadreria, al cui interno potrai rivivere il clima che si respirava dentro la casa di una famiglia borghese tra gli anni Trenta e Quaranta del Novecento. Per maggiori informazioni sulla visita chiama il numero di telefono 0721 716516 oppure invia un’email all’ufficio turistico di Fossombrone (puntoiat@comune.fossombrone.ps.it) o visita il sito ufficiale comune.fossombrone.ps.it.

ponte della concordia a fossombrone
ponte della concordia
Chiara mentre fotografa il Ponte della Concordia

5. Marmitte dei Giganti

A meno di cinque minuti di macchina dal centro di Fossombrone puoi ammirare le spettacolari Marmitte dei Giganti, uno dei punti naturalistici più incredibili di tutta la regione. Conosciute anche come il canyon delle Marche, sono una gola disegnata dal percorso impetuoso del fiume Metauro, con rocce spesse fino a 8 metri. Il punto di osservazione migliore da cui puoi godere di questo miracolo della natura è il ponte dei Saltelli, che al tuo arrivo devi attraversare in auto per poter poi parcheggiare lungo la strada laterale su cui si affacciano delle abitazioni private. Per saperne di più, ti invito alla lettura dell’approfondimento dedicato all’escursione alle Marmitte dei Giganti.

marmitte dei giganti a fossombrone
marmitte dei giganti
Le marmitte dei giganti vicino a Fossombrone

Nei dintorni di Fossombrone

Mondavio, un bellissimo borgo rinascimentale (20 km)

Natale a Mombaroccio, il mercatino natalizio delle Marche (20 km)

Corinaldo, il borgo delle cento scale (30 km)

Castello di Frontone, bellissimo borgo medievale nel Pesarese (30 km)

Piobbico, il paese dei brutti (30 km)

Il monastero di Fonte Avellana (40 km)

Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia (40 km)

Montegridolfo, il borgo riminese sulla linea gotica (40 km)

Montefiore Conca, il borgo che domina la valle del Conca (40 km)

Mercatello sul Metauro, il borgo pop dell’Alto Metauro (45 km)

Il Monte Nerone (50 km)

Macerata Feltria, il borgo nascosto (50 km)


🎄Non perderti le migliori offerte di viaggio e codici sconto esclusivi: risparmia con il nostro canale Telegram